Festa del Voto: foto, video e la “dedica” del prevosto

381
0

SARONNO – Durante la sua omelia, e anche prima in un audio messaggio durande la processione, il prevosto monsignor Armando Cattaneo ha dedicato la festa del Voto al mondo dell’associazionismo.

“Le associazioni – ha spiegato – sono le vere protagoniste della festa del Voto perchè i loro membri con la loro attività, non solo per una cerchia di persone ma per l’intera Saronno, tengono viva la perenne promessa fatta alla Beata Vergine dei Miracoli”. E’ stata questa la dedica che il prevosto, monsignor Armando Cattaneo, ha fatto domenica pomeriggio in Santuario durante le solenni celebrazioni della messa del Voto rinnovato dal sindaco Alessandro Fagioli con la consegna delle candele all’altare rituale che si ripete dal 1577. La cerimonia, aperta dalla processione dalla chiesa di San Francesco al Santuario, si è tenuta questo fine settimana perchè la terza domenica di marzo, data corretta delle ricorrenza, era Quaresima e come prevede la tradizione il Voto è stato spostato alla settimana dopo Pasqua.

“E’ una settimana in cui viviamo feste grandi ed impegnative che allargano il nostro cuore – ha spiegato il prevosto spronando la comunità pastorale – Ci sono vari modi di essere Chiesa: bisogna darsi una mossa e vivere a pieno la resurrezione. Il Voto non deve essere una cosa formale ma deve toccarci. Deve essere l’occasione per diffondere nella nostra città la pace e la serenità”.

Da segnalare il debutto del nuovo assessore alla Cultura Maria Assunta Miglino che ha letto le intenzioni durante la preghiera dei fedeli. Una celebrazione decisamente “rosa” visto che a dar voce alla prima lettura è stato il vicesindaco Pier Angela Vanzulli che ha aperto anche il corteo che ha portato i doni all’altare.