COMASCO – Nel corso del pomeriggio di sabato, i carabinieri hanno arrestato due cittadini pakistani resisi responsabili del reato di “violenza sessuale”. Uno di 39 anni e l’altro di 30 anni, davanti al centro commerciale “Mirabello” di Cantù, hanno avvicinato una ragazza che era seduta su una panchina. Dapprima hanno tentato, invano, un primo approccio. Poi i due si sono seduti accanto alla donna e, mentre uno le impediva di allontanarsi, l’altro ha iniziato a palpeggiarla ripetutamente ed insistentemente nelle parti intime. Decisamente spaventata, la ragazza è comunque riuscita a fatica a divincolarsi, fuggendo e gridando aiuto.

Immediato l’intervento dei presenti che hanno subito allertato i carabinieri. I quali, altrettanto prontamente, sono intervenuti sul posto bloccando gli stranieri e trasferendoli in caserma e quindi in una cella del carcere di Como. La posizione dei due extracomunitari è adesso al vaglio della magistratura competente, e saranno interrogati nelle prossime ore.

(foto archivio: una pattuglia dei carabinieri della Compagnia di Cantù)

23042018

1 commento

Comments are closed.