SARONNO – Lavori in corso al futuro campo nomadi di via Grandi? E’ la domanda che si sono fatti i residenti del quartiere che negli ultimi giorni hanno visto all’opera i tecnici della società elettrica.

La squadra ha lavorato nel terreno di proprietà comunale, precisamente su un contatore dell’area verde dove il sindaco Alessandro Fagioli vorrebbe stare 4 piazzole del campo nomadi di via Deledda. La creazione di un campo nomadi non ha convinto i residenti che si sono subito mobilitati per far sentire il proprio no. Hanno raccolto 500 firme e hanno creato il comitato “Uniti per Grandi e Battisti” le due vie tra Saronno e Gerenzano che risentirebbero delle diverse criticità legate dall’arrivo del campo nomadi ad esempio sul fronte della viabilità e della sicurezza.

Nelle ultime ore in via Grandi si è visto un “tecnico comunale” che ha effettuato delle rilevazioni, come spiegato ai residenti, e quindi l’Enel che si è messa all’opera intorno alla centralina dell’area comunale. Al momento dal Comune, proprietario del terreno, non hanno spiegato le motivazioni dell’intervento della società elettrica.

Il sindaco Alessandro Fagioli si è limitato a ribadire la propria disponibilità per l’incontro con il comitato in programma martedì 22 maggio alle 17.

20180519

.

1 commento

  1. Ennesimo episodio testimoniante come Fagioli e i suoi pensano di prendere in giro tutti

Comments are closed.