SARONNO – Dalla curiosità iniziale alle proteste per la musica: inizia così la convivenza tra il quartiere Prealpi e la nuova sede del centro sociale Telos in via San Francesco 11.

Se ieri pomeriggio durante l’occupazione dello stabile privato i residenti si sono limitati a curiosare dalle finestre e uscendo per strada a guardare i ragazzi che appendevano lo striscione, iniziavano le pulizie o presidiavano la sede in serata la situazione è diventata più tesa. Motivo del contendere la musica che fino a mezzanotte arriva dalla nuova sede del centro sociale.

Tante le chiamate alla polizia locale e ai carabinieri per segnalare la presenza dei ragazzi e la musica. Commenti e lamentele sono arrivati anche sui social network sulla pagina “Sei di Saronno se” e alla redazione de ilSaronno.

Nel frattempo i ragazzi hanno organizzato la giornata di oggi: dalle 16 pomeriggio all’insegna di “lavori e pulizie”, “pittaggio” e con un jam hip hop con Prealpi onda clandestina.

20052018

24 Commenti

  1. Stavano bene nella vecchia “se’cause in via Milano. Non rompevano le p…e a nessuno ed erano sotto controllo, senza fare troppo casino. La Lega ha rotto cosi tanto, che la passata amministrazione ha implorato il proprietario dell’area di fare richiesta di sgombero. E adesso ce li cucchiaio…. Grazie sindaco

  2. E’ ora che i cittadini inizino a risolversi da soli il problema dei Telos visto che le autorità non fanno nulla!!!

  3. Che palle averli come vicini dirimpettai! Io lavoro e ho il diritto di riposare: pago le tasse e le bollette, loro non pagano nulla e fanno il c..zo che vogliono. Istituzioni, sindaco e carabinieri NON PERVENUTI.

  4. Non se ne puó piú! Tutta la domenica pomeriggio con musica ad altissimo volume! Aiuto! Io abito nel palazzo di fronte: qualcuno faccia qualcosa! Intervenite per favore.

  5. Dubito fortemente che alla redazione di questo spregevole blog arrivino segnalazioni sui dissapori provocati dai tanto amati telos, fortunatamente a qualcuno interessa la RIQUALIFICAZIONE degli stabili dismessi, avanti così e ridiamo vita a Saronno

  6. Sembra quasi che polizia e carabinieri abbiano le mani legate di fronte alle illegalità di questo gruppo

  7. Come fanno ad avere elettricità disponibile ? Come mai la SIAE non interviene e non sanziona ? Chi omette di intervenire , pur avendone il dovere , non è a sua volta perseguibile?

    • chi è il responsabile dell’ordine pubblico a Saronno?? è cambiato qualcosa da quando governava Porro??

  8. Questo succede quando la politica non si cura del popolo, dei loro desideri e necessità.
    Tutti noi siamo diventati un voto da cercare ogni cinque anni per soddisfare le ambizioni di politici ciechi e senza sogni.
    Tutti noi dobbiamo ringraziare questi ragazzi, linfa di una società senza ideali ma con ambizioni che misurano con la pigna delle banconote il potere, l’autorità dimenticando l’autorevolezza.
    Autorevolezza che aiuterebbe ad ascoltare e trovare una soluzione a questi ragazzi.
    L’importante è vivere di emozioni, perchè vuol dire cambiare posto al cuore con il cervello. Imparare a pensare con il cuore e ad amare con la testa. Pensare con il cuore ti costringe ad agire con amore. E ogni cosa da amare facendolo con la testa, ti costringe ad amare nel modo giusto. Amare con la testa non vuol dire essere razionali, ma vuol dire coltivare un’educazione al sentimento che non sarà mai distruttivo.

  9. Leggendo quest’articolo sembra che tutto sia bellissimo, sia una festa tutto giusto e corretto con iniziative culturali e aperte a tutti nel rispetto reciproco.
    Il giornalista dovrebbe riportare i fatti così come sono e non inquinati dalla simpatia e appoggio verso certi elementi.

  10. Saronno sei ridicola!!! Non ne possiamo più di questa gente! Ci vogliono le maniere forti!!!

  11. Penso che le autorità stiano aspettando che succeda qualcosa di serio, Anche se non capisco il motivo.
    Quindi facciamolo succedere, che poi non ci si lamenti

Comments are closed.