SARONNO – Chiesa Prepositurale gremita ieri mattina per il rito dell’incidente del pallone realizzato come tradizione in occasione della Patronale.
La messa delle 10 è stata celebrata da don Davide Mazzucchelli che festeggiava il proprio 50 anno di sacerdozio. Stesso traguardo anche per padre Attilio Mazzola guanelliano presente con il prevosto monsignor Armando Cattaneo.

Grande emozione per il traguardo raggiunto da don Davide Mazzuchelli, classe 1942, saronnese che fu ordinato presbitero dal cardinale Giovanni Colombo il 28 giugno
1968. Nei primi anni di ministero fu educatore nel Collegio di Desio, poi per 18 anni coadiutore nella parrocchia di S. Magno a Legnano, quindi
parroco a Inzago. Dal 2000 presta servizio alla chiesa di S. Francesco, cura la visita agli ammalati “ed è sempre disponibile a dare una mano in ogni circostanza di emergenza”. “A lui – ha sottolineato dando il benvenuto ai fedeli il prevosto – va il ringraziamento di tutta la Comunità “Crocifisso Risorto”.

Nell’omelia don Davide Mazzucchelli ha sottolineato come l’incendio del pallone ricordi il sacrificio dei martiri San Pietro e San Paolo ma soprattutto ha ricordato l’importanza di “saper ascoltare la chiamata di Dio per la vocazione”.

Alla cerimonia, erano presenti diverse autorità civili e militari, avrebbero dovuto essere presente anche padre Pierino Sosio del Padre Monti ma per motivi di salute ha mandato solo messaggio di saluti.