Home Cronaca Fondi contro vandalismi, Vanzulli bacchetta l’opposizione: “Prevale la politica rispetto al bene...

Fondi contro vandalismi, Vanzulli bacchetta l’opposizione: “Prevale la politica rispetto al bene della città”

406
10

SARONNO – Dopo il vivace dibattito in consiglio comunale il vicesindaco Pier Angela Vanzulli torna sul tema dei 100 mila euro che l’Amministrazione ha messo a bilancio dopo averli richiesti al Ministero come risarcimento per i danni subiti dai vandalismi avvenuti la notte di Natale.

Per la pace di quanti non conoscono i meccanismi di bilancio – ha chiarito ieri in una nota – sottolineo che la cifra non è stata impegnata quindi qualora non dovessimo riceverla non avremmo problemi in quanto non copre nessuna spesa. Saremmo stati oltremodo imprudenti se avessimo coperto delle spese correnti con entrate incerte. A tal proposito ricordo che quando arrivammo in Comune nel 2015 vi erano ben 750 mila euro di spese correnti coperte con delle entrate di oneri di urbanizzazione che erano state solo previste, ma non ancora realizzate a novembre. Quindi rischiammo di avere delle spese coperte col nulla mancando le entrate”.

Dopo la stoccata alla precedente Amministrazione Vanzulli se ne concede una alle opposizioni in consiglio comunale a partire, vista l’apertura con rimando all’alleanza nazionale, dal Movimento 5 stelle . “Ribadisco l’importanza di tale atto che è sì di provocazione, ma che se dovesse portare ad un finanziamento da parte dello Stato, permetterebbe di fare interventi ancora più puntuali per il decoro della città e aprirebbe ancora di più un focus a livello ministeriale sul problema. In consiglio ho invitato anche le minoranze, per il bene di Saronno, a farsi parte attiva nei confronti dei loro referenti politici per ottenere detto risultato, ma la risposta è stata sconsolante. Prevale ovviamente l’interesse di parte politica rispetto al bene della città”.

(foto archivio)

06072018

10 Commenti

  1. Beh, il “bene della città” che avevate promesso in campagna elettorale era far fuori il Telos e le scritte sui muri.

    Abbiamo visto tutti che non solo non siete stati capaci di farlo, ma che la situazione è addirittura peggiorata. Ed è tutto così.

    E riuscite persino a dare la colpa alle opposizioni?

  2. la signora geranzanese con il suo amico sindaco dovrebbero prima di tutto tutelare la città contro i vandali, politica tanto promessa per farsi eleggere e poi disattesa

  3. mai assistito ad un consiglio in cui la “lega per l’indipendenza…,” era all’opposizione?
    direi che oggi all’opposizione sono fin troppo buoni

  4. Adesso anche lei dice che i soldi non ci sono e che stanno prendendo in giro tutti… pazzesco!

  5. Il decoro della città va difeso sempre. Non solo la giunta comunale, ma ogni singolo cittadino dovrebbe contribuire a mantenere la propria città come se fosse la propria casa, la propria abitazione.

    Dal sito fagiolisindaco.com:…Il territorio va presidiato e controllato nella sua interezza, dal centro alle periferie e dalle periferie al centro….La sicurezza è un’esigenza fondamentale del cittadino, e l’amministrazione comunale deve ostacolare la criminalità scoraggiandone gli abituali responsabili. …Il decoro viene garantito se chi imbratta la città viene sanzionato e obbligato a riparare il danno.

    Se il Sindaco e la sua giunta non sono in grado di mettere in pratica quanto affermato nel programma elettorale…

  6. Vaneggiamenti:
    “partire, vista l’apertura con rimando all’alleanza nazionale, dal Movimento 5 stelle . “Ribadisco l’importanza di tale atto che è sì di provocazione, ma che se dovesse portare ad un finanziamento da parte dello Stato, permetterebbe di fare interventi ancora più puntuali per il decoro della città e aprirebbe ancora di più un focus a livello ministeriale sul problema. In consiglio ho invitato anche le minoranze, per il bene di Saronno, a farsi parte attiva nei confronti dei loro referenti politici per ottenere detto risultato, ma la risposta è stata sconsolante. Prevale ovviamente l’interesse di parte politica rispetto al bene della città”.

    Ma cosa si aspettava?

    • ci mancherebbe solo che il ministero si mettesse a pagare i vandalismi che i sindaci non sono capaci di contrastare

Comments are closed.