GERENZANO- Storia, architettura ed ambiente. Il Rione San Giacum gode di un pizzico di magia per i luoghi che lo rappresentano.

La chiesetta di San Giacomo, da cui la contrada prende il nome, ha al proprio interno la rinomata Pala dell’altare, dove è raffigurata la Madonna con quattro Santi, attribuibile a Giovanni Agostino da Lodi, detto il Boccaccino. Il Fontanile, altro elemento di spicco dell’intera contrada, nasce a sud della chiesa e corre nei boschi e campagne verso Uboldo, dove era utilizzato anche per l’irrigazione dei campi tramite le marcite. Simbolo della contrada  ovviamente la chiesetta di San Giacomo.

Colore scelto per questo Rione è l’arancione, orgogliosamente sventolato dal capitano Davide Alberti e dal vice Davide Volontè. Con loro sfilerà la castellana Giulia Quarti accompagnata in prima fila dai paggetti Tommaso e Martina.