MOZZATE – I carabinieri della stazione Mozzate, nel corso della tarda serata di giovedì 27 settembre, hanno arrestato in flagranza di reato un marocchino nato nel 1983, residente a Mozzate, resosi responsabile dei reati di resistenza, violenza a pubblico ufficiale e lesioni personali. Il provvedimento è giunto all’esito di un controllo alla stazione ferroviaria del paese, sulla linea Saronno-Varese di Trenord.

I militari, a seguito di richiesta di intervento pervenuta sul 112, si sono recati allo scalo poiché era stata segnalata la presenza di una donna distesa a terra. Giunti sul posto, i carabinieri hanno notato la ragazza su una panchina in evidente stato confusionale, senza alcun segno di violenza, e vicino al lei era presente il nordafricano, molto agitato ed in preda ad un profondo stato di ubriachezza. Alla vista dei carabinieri, lo stranieri si è scagliato contro di loro con calci, pugni e sputi, opponendo una lunga resistenza. Dopo averlo immobilizzato, all’esito della perquisizione personale è stato trovato in possesso 2,4 grammi di hashisc.

29092018