SARONNO – Weekend d’acqua, quello previsto anche nel Saronnese. Una perturbazione di origine atlantica, posizionata sulla penisola iberica, farà confluire, sulla nostra Penisola, correnti meridionali instabili che determineranno piogge diffuse e persistenti e un deciso aumento della ventilazione da sud, viene fatto sapere dalla Protezione civile. Per Saronno, nel dettaglio, la pioggia è prevista sino a venerdì prossimo, particolarmente intensa nella giornata odierna e di domani, con massime attorno ai 18 gradi e minime di 13.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione civile d’intesa con le regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino nazionale di criticità e di allerta consultabile sul sito del Dipartimento (www.protezionecivile.gov.it).

L’avviso prevede dalle prime ore di oggi, sabato 27 ottobre, venti da forti a burrasca dai quadranti meridionali, su Lombardia, Emilia-Romagna e Marche, in estensione a Piemonte, Provincia autonoma di Trento, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Toscana, Umbria, Abruzzo, Molise, Lazio e Sicilia. Si segnalano possibili mareggiate lungo le coste esposte. Sempre dalle prime ore di domani, si prevedono precipitazioni diffuse, anche a carattere temporalesco, su Lombardia, Liguria, Emilia-Romagna e Toscana, in estensione a Piemonte, Veneto, Province autonome di Trento e Bolzano e Friuli Venezia Giulia. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento.

Sulla base dei fenomeni previsti è stata valutata per sabato 27 ottobre allerta rossa sui bacini del Piave in Veneto e allerta arancione su Lombardia settentrionale, sui settori appenninici occidentali dell’Emilia-Romagna, sul Trentino Alto Adige e su parte del Veneto. Si segnala, inoltre, allerta gialla su Lazio, Umbria, su alcuni settori di Toscana e Abruzzo e, risalendo la Penisola, su Liguria, parte del Piemonte, della Lombardia, del Friuli Venezia Giulia e sui restanti bacini del Veneto. Il quadro meteorologico e delle criticità previste sull’Italia è aggiornato quotidianamente in base alle nuove previsioni e all’evolversi dei fenomeni, ed è disponibile sul sito del Dipartimento della Protezione Civile (www.protezionecivile.gov.it), insieme alle norme generali di comportamento da tenere in caso di maltempo. Le informazioni sui livelli di allerta regionali, sulle criticità specifiche che potrebbero riguardare i singoli territori e sulle azioni di prevenzione adottate sono gestite dalle strutture territoriali di protezione civile, in contatto con le quali il Dipartimento seguirà l’evolversi della situazione.

27102018

1 commento

  1. Mi auguro che sia una previsione imperfetta e che la realtà sia più soft. Fosse così, come scritto nell’articolo, l’area di via Volta area 83 / 97 finirà sommersa dal lago pluviale. L’amministrazione comunale riceverà le solite proteste, visionerà le nuove fotografie, la protezione civile e i pompieri interverranno prontamente, i lettori di ilSaronno.it leggeranno indignati l’articolo… alcuni scriveranno commenti senza conoscerne fatti e ragioni che tormentano l’area dal 2001, qualcuno starà ad aspettare risposte incontrovertibili dall’ufficio tecnico predisposto che non arrivano mai, i residenti, vittime sfiduciate, senza più fazzoletti per asciugarsi le lacrime non muoveranno un dito, mentre io mi auguro che, visto il nostro meteo alquanto impreciso, tutto fiinisca in una pioggia autunnale leggera e benefica e che tutto finirà bene. Ben inteso che non scrivo solo per la via Volta. Ci sono i sotto passi, alquanto sensibili alla pioggia, strade che diventano fiumi e chi ne conosce ne scriva. Se un idraulico, un ingegnere, un legale, un qualcuno vuol darmi una mano per perfezionare le documentazioni e perizie personali da inviare all’amministrazione comunale è ben accetto. Sulla scrivania ne ho una in chiusura, mancano alcuni particolari, poi partirà per posta certificata. Se mi sarà possibile domani stesso, con la pioggia torrenziale e il livello dell’acqua che inesorabilmente sale allagando sempre più le aree e il piazzale. Scusatemi per le battute teatrali, finali.

Comments are closed.