SARONNO – Un ricco parterre di autorità capitanate dal senatore Ignazio La Russa hanno partecipato ieri pomeriggio all’apertura della nuova sede di circolo Italo Balbo.

“L’idea – spiega il presidente Ernesto Credendino – è quella di creare un punto di riferimento per tutto il comprensorio. Al momento la sede è per le realtà di Saronno e di Cislago, il cui portavoce è Cristiano Fagioli, ma abbiamo diversi progetti anche per gli altri comuni del Saronnese. Poi ci saranno le elezioni ad Uboldo e siamo già impegnati anche su questo fronti”.

Per l’inaugurazione tante autorità come gli onorevoli Paola Frassinetti e Carlo Fidanza, l’assessore alla Sicurezza di Regione Lombardia Riccardo De Corato, i consiglieri comunali Martignoni (Gallarate, candidato alle elezioni provinciali), Iannini (Varese), Marino (Jerago con Orago), il Sindaco di Luino e Presidente Provinciale di FdI Andrea Pellicini. Presenti anche molti membri della Giunta ed esponenti della coalizione che guida la città tra cui il sindaco Alessandro Fagioli. Non a caso non sono mancati riferimenti ai risultati ottenuti dalla coalizione che governa la città e i ringraziamenti per le iniziative realizzate in città.

28102018

4 Commenti

  1. ma allora al signor Fagioli non dispiace la bandiera Italiana (quando serve…a lui)

  2. vedo tra il pubblico anche il signor Guaglianone (GP) che sia li a visionare la sua nuova casa?

  3. Il parterre presente è stato chiamato a raccolta per verificare la forza dei FdI della provincia di Varese ed avere sentore per le prossime elezioni europee per capire se rimanere ancora alleati della Lega, sostenitori indiretti dei 5 stelle o come paradossalmente si verifica a livello nazionale trovarsi altra collocazione favorevole.

  4. Ho frequentato per tanti anni alleanza nazionale, e dico che non si possono esprimere proprie idee o prendere iniziative perchè tutto viene deciso dall’alto (La russa e altri altolocati), perciò fare il burattino per loro mai più, abbiamo visto lex parlamentare Marco Airaghi … … solo e nientaltro che parole e niente fatti per Saronno!

Comments are closed.