SARONNO / CERIANO LAGHETTO – Da lunedì i soldati nelle stazioni ferroviaria della Saronno-Seregno: saranno presenti, sempre, negli scali Trenord di Ceriano Laghetto e Cesano Groane, le più “frequentate” da spacciatori di droga e tossicodipendenti che usano la linea per spostarsi. Le stazione saranno presidiate da una camionetta dell’Esercito per venire incontro alle richieste dei sindaci del territorio. E’ stato reso noto questo pomeriggio nel corso del consiglio regionale a Milano. Nel merito sono intervenuti il vice capogruppo della Lega al Pirellone, Andrea Monti, il sindaco di Ceriano Laghetto Dante Cattaneo e Andrea Monti, commissario provinciale del Carroccio.

“Esprimo grande soddisfazione – afferma Monti – per la decisione del prefetto di accogliere le istanze espresse dai sindaci delle Groane, Dante Cattaneo in testa. I primi cittadini infatti chiedono da tempo che sia aumentata la sicurezza nelle stazioni, da sempre luoghi problematici sotto questo punto di vista. Grazie al Ministro dell’Interno Matteo Salvini l’aria è finalmente cambiata”. “Adesso – conclude Monti – possiamo tornare a sperare di riconsegnare un pezzo pregiato del Parco delle Groane ai nostri cittadini, togliendolo definitivamente al giogo degli spacciatori”.

“Oggi è un giorno importante per la nostra comunità – prosegue il sindaco Cattaneo – perché finalmente abbiamo avuto una risposta positiva ad una richiesta vecchia di cinque anni. Considerata infatti la gravità della situazione, a causa della presenza di una delle piazze di spaccio maggiori del nord Italia, che ha messo a repentaglio la sicurezza e la vivibilità del territorio, siamo stati costretti a chiedere l’intervento dei militari per il presidio delle stazioni. Fortunatamente il cambio di Governo ha portato ad una nuova sensibilità sul tema e qualcuno ha ascoltato la nostra voce. Non posso che ringraziare il ministro Matteo Salvini e il sottosegretario Nicola Molteni (foto) per aver fatto in poco tempo ciò che serviva. Attendiamo quindi l’arrivo, previsto per lunedì, degli uomini dell’Esercito, che tutti i pomeriggi presidieranno le stazioni di Ceriano e Cesano Groane. È un passo concreto per restituire quest’area a pendolari e cittadini”. “Finalmente un Governo – conclude il commissario provinciale della Lega, Andrea Villa – che pensa davvero alla Brianza e al suo territorio. Con la Lega e con Matteo Salvini la sicurezza è tornata ad essere una questione di primo piano, contrariamente a quanto accadeva con i governi del Pd, che non ascoltavano i sindaci, lasciandoli soli, in balia di chi pensa di poter vivere in barba alle regole”.

13112018

23 COMMENTI

  1. Finalmente ora a capo del governo ci sono persone che hanno a cuore il nostro territorio!

  2. Ottimo
    Speriamo solo che le condizioni di ingaggio dei militari non siano le medesime di quelli utilizzati per le varie missioni “strade sicure”…..infatti in quei casi hanno spazi di manovra molto limitati se non nulli…..e come deterrente, a mio parere, hanno poca rilevanza in quanto i criminali sanno che non hanno possibilità d’intervento.
    Quindi si ai militari….ma facciamoli operare come si deve….non sono delle belle statuine….

  3. ottimo. un passo avanti. non lo discuto.
    Presidiano solamente la stazione, le 24h? avranno il permesso di perquisire/arrestare gli spacciatori? non credo. potranno pattugliare la zona vicina? nemmeno…
    Se il servizio è lo stesso che fanno a Milano, in cui non possono allontanare i venditori abusivi, né fermare chi salta i tornelli…evitano solo violenze evidenti. Meglio di niente. Ne sono felice.
    Ma da qui a dire che si restituisce il territorio agli onesti cittadini…per me ce ne passa…
    E sul treno continua a non esserci nessuno?

  4. Se non si buttano i mafiosi che controllano il giro all’ergastolo e gli altri 10 anni di carcere subito dalla prima volta che vengon presi non serve a molto

  5. Grande vittoria del sindaco Dante Cattaneo e della Lega che dimostra di non essere solo chiacchiere come il pd ed i suoi sindaci

      • A fare che ? , selfie e propaganda politica per 5 anni, ed essere profumatamente pagato come Sindaco , i risultati di 10 anni a Ceriano L. quali sono ? 3 militari nel pomeriggio , costava meno assumere dei vigili e metterli a presidio del territorio , a proposito dei tre vigili uno se ne è andato , a Ceriano L. c’è un solo vigile , complimenti per il controllo del territorio al Sig. Sindaco.

  6. Ho partecipato a operazione testuggine negli anni 90 al confine est, in quel caso noi militari avevamo la possibilità di fermo e consegna alle forze dell’ordine. Spero si sia scelta questa via….

  7. Affermazioni di soddisfazione con enfasi leghista alle stelle per un presidio dell’Esercito Italiano delle due stazioni ferroviarie che non permetterà ai soldati di essere operativi perché non hanno un diretto mandato specifico di sostituirsi alla Polizia di Stato.

    • E allora secondo lei era meglio non far nulla….
      Sicuramente le fa parte della coalizione di sinistra che spiega tutto nel proprio motto
      Fate quello che vi dico non fare quello che faccio!
      Povera Italia siamo proprio caduti in basso!

      • Il problema non è il colore politico con cui si dovrebbe affrontare la soluzione nell’immediato ma la strumentalizzazione delle paure che i leghisti utilizzano per illudere il territorio e non si rendono conto che provocano più danni ed incertezze.

        • Strumentalizzare le paure?
          Ma lei legge i giornali?
          Tutti i giorni sembra di aprire uno speciale su violenze sessuali o fatti legati alla tossico dipendenza!
          Dai non scherziamo e cerchiamo di scendere sul pianeta terra, avanti di questo passo ai nostri nipoti lasceremo terra bruciata!

          • E’ proprio stando con i piedi per terra che andrebbero prese decisioni efficaci e non fomentare una realtà sempre più drammatica. Della sicurezza di una comunità non si affrontano solo gli ambiti dell’emigrazione e della violenza sulle donne perché hanno più presa mediatica ma le origini dello spaccio di sostanze proibite, della tossicodipendenza, dei furti, delle rapine, degli scippi, del vagabondaggio, delle mafie, ecc.

  8. La sicurezza la voglio sul treno è li che succede il peggio l
    L’esercito con tutto il rispetto nella stazione serve a poco

  9. La sicurezza la voglio sul treno è li che succede il peggio l
    L’esercito con tutto il rispetto nella stazione serve a poco

  10. Che ci sia l’esercito che presidi le stazioni di pomeriggio credo che servirà a poco. I) bisogna capire quali autorizzazioni avrà l’esercito nell’agire contro questi criminali; II) sicuramente buona parte del traffico di queste droghe o di questi criminali di certo non avviene esclusivamente di pomeriggio, anzi, credo proprio che avvenga negli orari più inconsueti. Detto ciò, credo che la soluzione non sia la presenza o meno dei nostri militari in queste stazioni che risolva la situazione, quanto la possibilità alle forze pubbliche di agire concretamente per soffocare questi fenomeni, che per altro avvengono in tutta Italia. Sono sicuro che basterebbe anche solo una pattuglia di carabinieri per sanare questa situazione se avessero la possibilità di inquotere quel giusto timore ai criminali, perché si, ne i carabinieri ne la polizia ormai fanno “paura” a questi criminali, e tantomeno i nostri soldati che sappiamo benissimo non avere alcun potere di azione sul nostro territorio. Quindi credo che prima di cantar vittoria bisogna vedere cosa sarà concesso fare a questi ragazzi in mimetica, e soprattutto credo sia importante riflettere su quanto conti la forza pubblica oggi in Italia

  11. Visto i commenti allora ci meritiamo anche di peggio accettiamo tutto passivamente!
    L’Italia è nel periodo più brutto è di tutto questo dobbiamo ringraziare proprio noi italiani popolo senza identità!

Comments are closed.