LAZZATE – Battuta d’arresto inaspettata per l’Ardor Lazzate, che commette uno scivolone contro un buon Mariano. Dopo l’ottima prestazione di settimana scorsa a Varese, i ragazzi di Campi non sono riusciti a ripetersi e hanno perso contro un Mariano reduce da una striscia di cinque partite senza vittorie culminata settimana scorsa in un pesantissimo 0-5 in casa contro il Legnano. Gli ospiti sono andati in vantaggio poco dopo il primo quarto d’ora, quando Milazzo, totalmente libero in area di rigore, riceve un cross dall’esterno e dopo aver stoppato il pallone trafigge Mauri portando la sua squadra sull’ 1-0. La partita prosegue in modo equilibrato, poi ancora il Mariano colpisce al 54’: il pallone viene giocato lungo su rimessa laterale, dopo una carambola arriva nell’area piccola e Gualandris insacca il gol del 2-0. Per l’Ardor si fa veramente dura, ma con coraggio i padroni di casa provano a raddrizzare la partita e infatti al 58’ si procurano un calcio di rigore. Consolazio fallisce, ma D’Astoli è svelto a raggiungere il pallone respinto da Comi e accorcia le distanze. La squadra di Campi ci prova fino alla fine e colpisce anche una traversa al 72’ con una punizione di Carraffiello, ma il Mariano tiene botta e porta a casa tre punti d’oro. Settimana prossima trasferta complicata contro l’Accademia Pavese, ma l’Ardor deve rispondere per allontanarsi dalla zona playout che ora è pericolosamente vicina. 

Ardor Lazzate – Mariano Calcio: 1-2
ARDOR LAZZATE: Mauri, Spano, Carraffiello, Ferrari (38st Accetta), D’Astoli, Sala, Iacovelli, Martegani (28st Giglio), Consolazio, Bollini, Martini. A disposizione: Quadranti, Cristiano, Grassi, Villa, Gerevini, Martino, Guaita. All. Campi
MARIANO CALCIO: Comi, Sironi, Malvestiti, Trabattoni, Casartelli, Bianchi, Cassamagnaga (30st Zorloni), Loew, Milazzo, Giugliano, Gualandris (42st Lazzarin). A disposizione: Franco, Galli, Tamai, Asnaghi, Molteni, Ballabio, Shala. All. Rovellini
Marcatori: 17pt Milazzo (M), 9st Gualandris (M), 14st D’Astoli (A)
Arbitro: Castellano di Bergamo, assistenti Cossovich di Varese e De Stefani di Busto