MILANO – E’ stata approvata la “legge regionale su disposizioni integrative e correttivi” alla Disciplina regionale dei servizi abitativi. Nel merito è intervenuto il vice capogruppo della Lega e relatore del testo, il lazzatese Andrea Monti: “Abbiamo approvato le modifiche di legge necessarie per rendere definitivi e permanenti i regolamenti sperimentali introdotti nella scorsa legislatura regionale, che hanno inserito il concetto di “mix sociale” per quanto riguarda l’assegnazione degli alloggi di edilizia popolare. Il vecchio sistema delle graduatorie infatti si era rivelato inadatto alle mutate esigenze della società, ma soprattutto tendeva ad avvantaggiare i soliti noti, o vvero gli stranieri, forti di nuclei famigliari più numerosi rispetto a quelli dei lombardi”.

Prosegue Monti: “Queste modifiche, fortemente volute dalla Lega, hanno razionalizzato il sistema, rendendolo più funzionale ma soprattutto più equo per i nostri cittadini. Le sperimentazioni finora attuate in Lombardia hanno dato senza dubbio risultati positivi e migliorativi rispetto a quanto avvenuto in passato. È giusto quindi rendere definitivo lo smantellamento del vecchio modo ed estendere la logica del mix sociale alle assegnazioni di tutte le case popolari, attraverso un metodo che si è rivelato vincente e funzionale”.

23112018