SARONNO – E’ un aut aut quello del vicepresidente Antonio Surace che rischia di lasciare l’Fbc Saronno senza giocatori già dal prossimo fine settimana. Ma andiamo con ordine: questa sera alle 18 il deus ex machina della prima squadra e della juniores con il direttore sportivo ed allenatore esonerato Antonio Francioso e il team manager Angelo Monti nella sede di Radiorizzonti ha tenuto l’attesa conferenza stampa per “raccontare – come annunciato ad inizio settimana – tutta la verità sui problemi della società biancoceleste”.

Surace è un fiume in piena: accantona i problemi della passata stagione “ma ce ne sarebbe da dire” e parte dalla presentazione della squadra a quella divisione societaria in cui “pur avendo il ruolo di vicepresidente non ho mai avuto tesseramento o un invito al direttivo”.

Parla dei primi acquisti di giocatori e materiali, delle discussioni sugli allenatori e quella scarsa chiarezza gestionale che l’ha portato a decidere di dire basta: “C’erano degli accordi verbali con Pilato che avrebbe dovuto gestire le giovanili fino a giugno. Accorti che non sono stati rispettati. Io sono un imprenditore ed un uomo di parola non posso essere considerato solo come una “banca” alla quale bussare quando ci sono da pagare i rimborsi o i fornitori. Ho pagato tutto quello che dovevo gli stipendi dei primi mesi ma ora francamente basta”.
Surace ammette che ormai la misura è colma: “Il mio impegno con il Fbc si chiude qui. Potrà riprendere solo con le dimissioni di Pilato”.

Il vicepresidente ha ancora qualche sassolino dalla scarpa da togliersi a partire dal rapporto con gli ultra e dai cori contro di lui domenica: “Non c’ero, ho saputo e ne sono stato molto amareggiato, perchè sinora se si è andati avanti lo si è fatto grazie alle mie continue iniezioni di capitali. Io volevo un progetto calcistico e societario serio e per questo anche avevamo iniziato una serie di attività con i tifosi, dagli abbonamenti alle maglie, e spiace constatare che tutto questo impegno sia stato dimenticato per problemi di cui francamente non ho colpa”.

“Io non ho più intenzione di pagare nulla – conclude Surace – se Pilato si dimette sono pronto a tornare a scommettere sull’Fbc Saronno. Con altri imprenditori e con nuovi sponsor. Con un progetto serio”.

Ma concretamente cosa succederà ora? Difficile dirlo oggi tra prima squadra e juniores si sono allenati in 12, pochi per reggere gli impegni del weekend. “I giocatori continuano a telefonarmi, io non ho mai detto a nessuno di non presentarsi. Facciano le loro scelte” chiosa Surace.

8 Commenti

  1. Dimentichi gli impegni presi dal sindaco Fagioli: impegni che il primo cittadino ha fino ad ora disatteso. Le cose si devono dire tutte, non a metà, tralasciando un attore importante come ruolo in tutta la vicenda. Per tutto il resto sono d’accordo.
    Ultras sempre presente allo stadio e non solo.

  2. ha messo in evidenza i grossi problemi della società… il pesce puzza sempre dalla testa! Ha messo anche in evidenza che dei suoi soldi non se ne fa nulla .. peccato che il sig pilato non possa dare lui l’out out perché è l’unico che ci sta rimettendo in questa situazione… parla di scelte di giocatori… dovrebbe ringraziare il sig. Francioso… parla di scelte di mister…a parte forse il primo.. avete fatto quello che avete voluto…. i giocatori che erano dalla sua parte ….se la sono data a gambe. Qualche riflessione sulle sue verità andrebbe fatta…Con questo passo e chiudo ogni commento su questa società .

  3. Pronto a ripartire con “un progetto serio” ?!?
    Ammissione dall’interno della società che fino ad oggi è stata una “buffonata”!

Comments are closed.