Fagioli: “Il Comune non riesce a trovare il responsabile sicurezza per lo stadio”

529
10

SARONNO – I problemi dello stadio comunale non sono ancora finiti: il cantiere degli spogliatoi è ancora in corso ma soprattutto mancano ancora dei tasselli formali ossia il responsabile della sicurezza. Una figura che come ha ammesso il sindaco Alessandro Fagioli “il Comune non riesce a trovare, tanto da chiedere aiuto alla Saronno Servizi”.

A spiegare la situazione è stato proprio il primo cittadino venerdì sera alla serata organizzata da Osa Saronno per premiare i propri atleti: “Abbiamo investito molto nella riqualificazione del Colombo Gianetti ma ci sono ancora delle cose da sistemare. Stiamo ultimando i lavori degli spogliatoi e in futuro ci sarà da sistemare le torri faro. Stiamo lavorando con la partecipata Saronno Servizi per trovare un responsabile della sicurezza. Il comune non riesce ad avere questa figura e quindi stiamo provando a cercarlo all’interno della municipalizzata”.

Sul problema aveva acceso i riflettori anche Franco Casali, capogruppo di Tu@Saronno, rimarcando in un suo intervento come malgrado gli investimenti il tema dell’agibilità dello stadio comunale, principalmente per aspetti meramente burocratici non fosse ancora risolto.

“Il coinvolgimento dell’ex municipalizzata – ha concluso il primo cittadino che si è mostrato ottimista – ci permetterà di risolvere anche quei problemi gestionali che in passato hanno portato ad una svalutazione dell’impianto sportiva”.

10122018

10 COMMENTI

  1. Che peccato non avere ancora letto nulla della bella festa OSA organizzata alla grande dalla società di atletica leggera.

  2. Surace non c’entra niente e per quel poco che è stato li a saronno la gestione stadio era di Pilato e il suocero prima di scrivere queste assurdità collega il cervello con la lingua .

  3. Ma con tutti i problemi che ci sono, un Sindaco deve sbattersi per una cosa simile ? L’Osa può proseguire la sua attivita usando la Dozio, poi se il mondo cambierà e gireranno più soldi si potranno finire i lavori. Sono tempi duri, dobbiamo ringraziare Monti e seguaci.

  4. Perche’ qualcuno della Saronno Servizi dovrebbe prendersi l’incarico del responsabile della sicurezza? Lo stadio non e’ nemmeno gestito da loro…..

  5. Siamo alle solite, chi c’era prima di questo disastro ? Tutti a protestare cosa ? Come mai non si sono risolti i problemi anni fa ? Oggi tutto in capo al Sindaco da parte di questa sinistra sempre ciarlona e mai decisiva. Lo stadio è un bene lasciato andare tantissimi anni fa, non si è mai arrivati nel decidere una formula seria di gestione, ora è chiaro che nessuno si prende la responsabilità della sicurezza , sarebbe solo un pazzo, ora come mai si gioca ancora ? Tante parole, ma i fatti sono molto diversi ed il Sindaco dovrebbe fare una sana cosa…. CHIUDERE , PROBLEMA RISOLTO, poi quando l’Italia avrà ancora la giusta economia , allora si potranno spendere i soldi.

    • Cialtrone sarà lei.
      E non sono del PD.
      Perché non si può dire che tutte le promesse fatte non sono state mantenute?
      Prima di promettere bisogna sapere cosa si è in grado di fare!

  6. Tra i dirigenti comunali ben pagati ci sarà sicuramente il profilo professionale idoneo per poter attribuire questo servizio con responsabilità e corretta applicazione delle norme, considerato che il bene in questione è di proprietà del Comune. La procedura potrà essere simile all’applicazione per il rispetto delle norme che impongono il divieto di fumare nei locali pubblici comunali.

Comments are closed.