Home Città Luminarie raccolti tutti i fondi, Amadio: “Il contributo comunale non sarà necessario”

Luminarie raccolti tutti i fondi, Amadio: “Il contributo comunale non sarà necessario”

584
23

SARONNO – Riceviamo e pubblichiamo la nota di Luca Amadio in merito al progetto luminarie. Si è a lungo parlato del problema del mancato pagamento delle luminarie dell’anno scorso e del’intervento del Comune con un fondo a garanzia che però, come spiega il presidente del Duc, non sarà necessario utilizzare.

“Come Presidente del Distretto Urbano del Commercio di Saronno desidero ringraziare di cuore tutte le attività commerciali, anche non iscritte al Duc, che hanno aderito al progetto luminarie. La generosità di molti ha consentito di illuminare la città a festa, senza la necessità che l’Amministrazione Comunale dovesse intervenire economicamente.

Da persona che si occupa di commercio da più di vent’anni, prima ancora che da presidente del Duc, questo successo mi rende orgoglioso e fiero della classe commerciale saronnese, che si è dimostrata ancora una volta responsabile ed affezionata alla nostra città. Sono convinto che questo importante gesto di rilevanza cittadina possa essere da esempio per il futuro, per il quale auspico che il Comune adotti delle iniziative concrete per salvaguardare questo bene prezioso che è il Commercio di Saronno.

Durante questi 8 mesi di mandato ho potuto constatare personalmente, incontrando ogni nostro associato e altre attività commerciali, le difficoltà reali con le quali i commercianti convivono quotidianamente, raccogliendo testimonianze e racconti, figli del periodo storico ed economico in cui viviamo. Nello stesso tempo sono stato colpito positivamente dalla dignità e dalla determinazione di chi ha il diritto ed il desiderio di sostenere la propria attività con l’obiettivo di ritrovare speranza e serenità.

Sin dal primo giorno del mandato ogni azione è stata rivolta a sostenere il più possibile questi obiettivi e, nonostante le limitate risorse economiche, il ritrovato senso di appartenenza che si riassume nello slogan “Io amo Saronno” sta gradualmente riportando fiducia e determinazione in tutti noi saronnesi. Tutto quanto stiamo creando è merito di una squadra composta di persone serie, professionali e amanti del nostro territorio quali Guido Angeli, consulente esterno, Silvia Mazzola, segretaria e responsabile dei rapporti con l’Amministrazione comunale, Raffaele Squarzanti, garante dei rapporti con le attività commerciali sul territorio e Vito Nardomarino, fotografo ufficiale.

Vorrei nominare e ringraziare ancora una volta una ad una le attività che hanno elargito la quota per le luminarie ma, non essendo possibile, rivolgo a tutti un abbraccio sincero augurando un Natale sereno e ricco di soddisfazioni.”

10122018

23 COMMENTI

  1. Ah già allora quello schifo di pseudo albero di Natale lo pagheranno solo i cittadini!

  2. Cos’ha fatto per il commercio di Saronno lei, oltre a farsi i selfie? Quanto costa il consulente esterno? È proprio sicuro che i commercianti siano contenti del suo operato? Io assolutamente no!

  3. Ecco la nuova puntata di Casa Saronno,chissà se ora Paul replicherá dicendo abbiamo risparmiato ma abbiamo fatto un bell’albero…

    • 😂🤣😂🤣😂🤣 Sluminacchio! Quest’anno siamo più popolari di Roma. Ha fatto proprio una grande mossa commerciale.

  4. È iniziata la guerra tra duc e amministrazione… Chi la vincerà? Sarà Amasio il futuro assessore al commercio? Lo scoprirete nella prossima puntata di casa fagioli

  5. State facendo un teatrino per queste luminarie che sono ordinaria amministrazione in ogni città. Dove sono le idee per rilanciare il commercio? Le avete?

  6. Per f. i una bella gatta da pelare ora… staranno in silenzio come sempre oppure avranno il coraggio di difendere il presidente del duc?

  7. Ma è l’albero più brutto che io abbia mai visto… Stasera alcune luci erano spente… Non funzionano nemmeno le luci, alcune sono già saltate😂😂😂 è un albero magico di giorno non si vede 🤣😅🤣😅🤣

  8. Con questa amministrazione Saronno e’ tornata al Medioevo.. Ma che tristezza … Basta andare fuori Saronno per vedere al differenza..Mah!

Comments are closed.