SARONNO – “Il governo del cambiamento sta portando avanti una finanziaria che fa perdere, a tutti noi, più soldi del suo costo totale iniziando a perdere pezzi anche sul “pugno di ferro” contro l’immigrazione, visto il flusso degli sbarchi che comunque continua, anche se fa meno notizia”. Lo dice il parlamentare saronnese del Pd, Gianfranco Librandi.

“Dopo che il governo salterà potrei pensare di aiutare un governo con la Lega solo in assenza di Bagnai, Borghi, Siri e Savona che sono dei guru negativi per la nostra economia – prosegue Librandi – La mia speranza guarda al futuro, ai giovani. Nelle scuole con il multiculturalismo, i ragazzi non fanno distinzione, crescono insieme, abbattendo le barriere del diverso”. Nei giorni scorsi l’onorevole di Saronno si è anche soffermato sul “caso Di Maio”: “Nell’azienda di famiglia di Luigi Di Maio a quanto pare ha lavorato per due anni un operaio in nero. Il Ministro del Lavoro con una situazione simile, in passato, nella sua azienda non è una notizia confortante”.

12122018