CERIANO LAGHETTO – “Oggi nel bosco della droga abbiamo portato la cultura della Vita, dell’Amore, della Musica, dell’autodeterminazione dei popoli, dell’amicizia e del rispetto reciproco tra religioni e modi di vivere differenti”.

Sono le parole del primo cittadino Dante Cattaneo che ha condiviso un post su Facebook, sul suo profilo politico, per raccontare l’iniziativa tenuta stamattina alle 10 alla stazione di Ceriano Groane. Da tempo il primo cittadino cerianese lotta con problemi di sicurezza per la presenza di tossici e spacciatori nel parco Groane e nello scalo ferroviario che recentemente è stato cancellato dalle corse per cercare di risolvere il problema dei ritardi che attanaglia la tratta.

“Grazie di cuore – continua – ai monaci tibetani, al prevosto Monsignor Armando Cattaneo e al parroco don Giuseppe: il loro è stato un abbraccio tra due mondi diversi, ma uniti contro la cultura della Morte. Non ci fermeremo mai, finché il Parco delle Groane non sarà libero”.

(foto dei monaci al parco Groane)

15122018

12 Commenti

  1. La cultura della vita ma poi tutti “a casa loro”. Religioni di serie A e altre si serie B. Cattaneo diventa coerente.

  2. Cattaneo è un grande della comunicazione , alla recita dell’asilo difende la cultura cattolica contro “altri” , mentre qui parla di rispetto reciproco tra religioni , se va a San Pietro a Solaro diventa SUPER DANTE crociato , credo che la gente debba iniziare ad aprire gli occhi . Comunque i risultati ZERO, gli spacciatori sono ancora li e più intraprendenti . Fatti non parole e foto .

    • Gli occhi li abbiamo aperti e le conclusioni pure.
      Ottimo comunicatore soprattutto quando si tratta di “sbadilare” sull’ operato di altri Sindaci ma purtroppo da questa giunta servono risultati seri.

    • Venite a vedere che splendore il quartiere San Pietro e poi potrete giudicare ciò che ha fatto il sindaco Cattaneo a mio parere ha fatto benissimo!

  3. Per certa gente capisco che sia difficile da capire ma il motus operandi del Cattaneo è spettacolare così facendo non fa calare il sipario su una zona a rischio…è lui il nuovo che avanza gli altri si devono svegliare o se no vadano tutti a fare quello che facevano in passato!

          • Purtroppo gli occhi sono aperti e di oggettivo non c’è nulla di quello che dice lei…tutto soggettivo!
            La situazione delle groane è compromessa da tempo e lui è sottolineo lui è l’unico sindaco che sta facendo qualcosa gli altri fanno finta di nulla, lei dice propaganda, io dico voglia di fare l’importante è che della situazione si continui a parlare!!!

  4. Un’idea felice. Dobbiamo far fronte contro la criminalità e la distruzione dei nostri boschi

Comments are closed.