Home Città Negoziante con 9 chili di droga, Indelicato: “Politica non può fare il...

Negoziante con 9 chili di droga, Indelicato: “Politica non può fare il pesce in barile”

2251
14

SARONNO – E’ Alfonso Indelicato, consigliere comunale indipendente, il primo politico saronnese a rompere il silenzio e commentare l’operazione “Trilla” dei carabinieri di Saronno che ha portato all’arresto di un 47enne e di un 21enne e al sequestro di una pistola calibro 9 e di 9 chilogrammi di marijuana.

Ecco il testo integrale

Le recenti notizie di cronaca nera che hanno interessato Saronno sono tali, per le persone coinvolte e per essere i fatti così recenti, da invitare alla massima prudenza. A mio avviso non è neppure corretto, però, fare i pesci in barile.

Chi riveste un ruolo pubblico, sia pure marginale come il mio, ha il diritto-dovere di esporsi, di dire qualcosa.
Saronno galleggia su un mare di droga. Questa è la verità negata, ma che tracima da ogni dove. Non sono soltanto, a dircelo, i fatti dell’altro ieri. È la cronaca quotidiana che parla di sequestri, di arresti, di risse collegate al controllo delle zone di spaccio. Di più: è il quotidiano spettacolo di ragazzi anche giovanissimi che si riuniscono in zone perfettamente visibili e controllabili in attesa del pusher che li rifornisce, a cielo aperto, senza pudore e tremore. E ancora: è la quotidiana esperienza dei colleghi insegnanti nelle scuole cittadine, esperienza di giovani spacciatori, di giovani consumatori, di ragazzi storditi e violenti, a dirci che la situazione è fuori controllo.

La droga è la madre di tutti i crimini, o di buona parte di essi. Quanti sono i reati collegati a questa pratica? Molti, e di tutti i generi. Dall’associazione a delinquere al riciclaggio all’esportazione di capitali. Dalle aggressioni agli scippi agli incidenti d’auto provocati da guidatori imbottiti di cocaina fin da quando escono da casa al mattino.
E, mi si permetta di dirlo, fa proprio sorridere l’Amministrazione saronnese quando si vanta che nell’ultimo anno i sequestri di stupefacenti sono in diminuzione rispetto ai periodi precedenti. Sono in diminuzione perché, evidentemente, spacciatori all’ingrosso e al minuto sanno come eludere i controlli, non certo perché i consumi sono diminuiti.

Grazie dunque ai Carabinieri per l’operazione compiuta. Grazie alla nostra Polizia Locale e alla sua sperimentata professionalità. Ma è chiaro che ci vuole qualcosa di più per arginare il fenomeno. Qualcosa che si era promesso in campagna elettorale. Una campagna che oggi sembra essersi svolta tanto, tanto tempo fa.

14 Commenti

    • Mi sento di dire GRAZIE alla signora che ha tel. alle forze del’ ordine ! No al’ omertà.

  1. Concordo con lei, la droga è la causa principale del degrado di questi ultimi anni.

  2. Signor Indelicato
    quando è la stessa politica che per avere voti chiude un occhio e spesso due
    quando in parlamento siamo rappresentati da politici condannati per reati vari
    non si può chiedere alla “politica” di essere garante per lo “Stato”.
    Questa è l’amara realtà.
    Però per parlare invece di quello che è più vicino a noi
    a Saronno, purtroppo, vedo
    ipocrisia
    incapacità
    impotenza

    forse è giunto il momento in cui si debbono affrontare i veri problemi e non discutere di un delle luminarie su “alberello di vento” ma per farlo occorre che chi governa chieda umilmente aiuto e dichiari che vuole farlo per tutti i cittadini e non per i suoi elettori soltanto.

    Solo a queste condizioni si può lavorare insieme e forse potrebbero arrivare dei risultati.

  3. ma dove erano certi personaggi quando l’amministrazione comunale affidava certi incarichia questi personaggi??? questo è il pesce in barile vero, oramai puzzolente

  4. Per una volta siamo d’accordo, Sig. Colombo, e non sposto una virgola. Buon Natale

  5. Non per “giustificare” la attuale Amministrazione di cui sono, per alcuni aspetti, acerrimo critico ma purtroppo non solo Saronno naviga nella droga ma si registra un’impennata nell’uso di qualsivoglia sostanza stupefacente, vi è il ritorno alla siringa (ammesso che vi sia stato un abbandono come detto dalla stampa), sul mercato ci sono le monodosi di cocaina per i più giovani che non possono permettersi dosi più costose.
    E’ un fiume in piena, figlio di questa società che Bauman definì “liquida”.
    Ormai a mio parere gassosa, ahimè…

  6. , soprattutto è stato “assunto” da questa amministrazione per quanto riguarda le riprese audiovisive durante i consigli comunali e quant’altro
    Fagioli un cenno è doveroso… Forse anche più di un cenno.

  7. Grazie al consigliere Indelicato, una delle voci più illuminate della nostra cittadina

  8. Il fenomeno dell’uso di sostanze stupefacenti è un cancro della società civile che per estirparlo ed eliminarlo radicalmente deve essere colpito non solo nelle sue origini ma in tutte le sue metastasi che si generano durante il percorso fino ad arrivare al diretto consumatore. Un supporto psicologico nelle scuole di ogni ordine e grado, nelle attività lavorative, nelle famiglie, nelle associazioni sarebbe un inizio per educare tutti e far conoscere la gravità del problema con toni non di sfida ma con una dimostrazione reale degli effetti letali che provoca questo fenomeno delittuoso.

  9. a destra mettetevi d’accordo, perché un suo ex-sodale (Sala della Lega) nega che esista un mare di droga. Chissà, magari organizzano uno streaming tv sull’argomento, ah no, non possono perché l’esperto non è disponibile, chissà come mai??

Comments are closed.