MILANO – Da Milano la metropolitana arriverà a Monza: approvato l’ordine del giorno. Via libera infatti dal consiglio regionale a un ordine del giorno, presentato dal Gruppo della Lega, che impegna la Giunta “a prevedere, per il triennio 2019-2021, l’individuazione di risorse per il finanziamento del progetto di prolungamento della linea M5 da Bignami a Monza”. L’ordine del giorno è firmato dai consiglieri brianzoli del Carroccio, Alessandro Corbetta, Marco Mariani, e dal lazzatese Andrea Monti e dai consiglieri leghisti eletti in provincia di Milano, Massimiliano Bastoni, Simone Giudici, Riccardo Pase, Gianmarco Senna, Silvia Scurati e Curzio Trezzani.

“Si tratta di un’opera assolutamente prioritaria – affermano i consiglieri regionali – per tutto il territorio lombardo e per la quale la Regione, come dimostra l’approvazione del nostro ordine del giorno, farà concretamente la propria parte”. “Dobbiamo tenere presente – proseguono i rappresentanti del Carroccio – che stiamo parlando di una delle aree più densamente popolate e urbanizzate del Paese, con il maggior numero di spostamenti e di pendolarismo automobilistico a livello regionale e nazionale. Il prolungamento della Metro fino a Monza consentirebbe di decongestionare il traffico su gomma e di migliorare la qualità dell’aria.
La realizzazione dell’infrastruttura è richiesta in maniera unanime da cittadini e istituzioni di tutti i Comuni interessati. Nel mese di dicembre le Amministrazioni Comunali di Milano, Monza, Cinisello Balsamo e Sesto San Giovanni hanno approvato il Progetto di fattibilità tecnico-economica, rendendosi disponibili al cofinanziamento della tratta”.

“La Regione non farà mancare il proprio adeguato sostegno finanziario – concludono i consiglieri leghisti – considerando anche il fatto che l’opera è da tempo inserita nel Programma regionale della mobilità e dei trasporti”.

19122018