LIMBIATE – Sono, ancora una volta, preoccupati i genitori degli studenti della scuola Anna Frank per le tempistiche legate alla conclusione dei lavori di realizzazione del nuovo plesso in via Torino.
In base al cronoprogramma divulgato sei mesi fa dall’amministrazione comunale, infatti, l’opera dovrebbe essere terminata nell’autunno del 2019, con la possibilità però di aprire il plesso a settembre 2019 e concedere poi altri due mesi alla ditta appaltatrice per finire gli interventi al giardino esterno.

Sempre stando al cronoprogramma, nel mese di dicembre avrebbero dovuto vedersi movimenti nel cantiere, dove pare invece sia tutto fermo. “Non richiediamo un appuntamento bensì una risposta scritta per la statica situazione di fermo che sembrerebbe ad oggi vivere il cantiere da ormai quasi due mesi – spiegano i rappresentanti del comitato genitori – Sappiamo che sono stati ritrovati componenti contenenti amianto, sappiamo che sono stati trovati serbatoi nel sottosuolo, sappiamo che è stata inoltrata presso gli enti competenti apposita richiesta di bonifica. Siamo ormai quasi a Natale ed il cantiere è ancora fermo: ci chiediamo ovviamente come mai e ci auguriamo che l’amianto non sia un pretesto per fermare tutto. Non ci accontentiamo della telegrafica e scontata risposta dello ‘stiamo attendendo autorizzazioni dall’A.T.S e/o A.R.P.A. che sia’, perché rammentiamo che il comune, in qualità di committente dell’opera, dovrebbe sollecitare a gran voce gli Enti succitati per accelerare il meccanismo in corso”.

19122018

(foto del cantiere della scuola Anna Frank lo scorso autunno)