Home Politica Reddito di cittadinanza, Librandi: “Ecco come hanno fatto…”

Reddito di cittadinanza, Librandi: “Ecco come hanno fatto…”

326
4

SARONNO – “Eccoli qui i tagli nella manovra per ottenere i 10 miliardi in più per reddito di cittadinanza e quota 100: un debito di 23 miliardi nel 2019 per sterilizzare l’aumento Iva al 25.2 per cento e nel 2020 altri 29 miliardi per stoppare l’incremento dell’imposta al 26.5″. Lo dice il parlamentare saronnese, Gianfranco Librandi, esponente del Partito democratico alla Camera dei deputati.

Prosegue Librandi: “Il tutto per tirare fuori 7 miliardi per il reddito di cittadinanza che redistribuito a chi ne dovrebbe aver diritto genera un mensile di 100 euro. Comprano il voto dei cittadini con 100 euro pesando sulle spalle di chi lavora. Senza contare che questo meccanismo assistenziale stimola l’aumento del lavoro nero, dato che i furbi cercheranno di tenersi sotto la soglia minima per percepire il reddito. Nel complesso il mio giudizio è fortemente negativo; siamo di fronte ad una manovra che fa ridere”; è questa l’opinione dell’onorevole di Saronno.

(foto: l’onorevole Pd, Gianfranco Librandi di Saronno)

04012019

4 COMMENTI

  1. L’elettore che ha sostenuto questi fenomeni e che crede di averne diritto, deve solo aspettare pensando nel frattempo che questo eventuale beneficio lo potrà avere solo dopo le elezioni europee. Un meccanismo subdolo che può essere configurato nel voto di scambio. Il risultato scontato è un’illusione momentanea di cambiamento di uno status che rimarrà tale con l’aggravio di un debito pubblico sempre più pesante.

  2. “È meglio insegnare a pescare che distribuire pesce.”
    Questo vecchio detto non è conosciuto dall’attuale governo e ciò che ancor più stupisce è la compartecipazione della lega Lombarda che è un partito fondato in una regione molto operosa, come è appunto la Lombardia.
    Come italiano mi sarei aspettato interventi più decisi a favore di nuovi posti di lavoro, specie per i giovani e la sanità, e meno per l’assistenzialismo statale di epoche ormai superate.
    Per governare, a volte, bisogna saper prendere decisioni scomode e chi non è in grado è meglio che non si proponga. Basta lasciare debiti alle generazioni future come fu fatto in passato con le pensioni baby, etc.
    M5S e lega Lombarda cambiate le regole prima di fare ulteriori danni all’Italia.

  3. La Lega Lombarda di “bossiana” memoria ormai… non è più… ne danno il triste annuncio gli (ex)elettori delusi dalla svolta sovranista e para-fascista dell’attuale Lega Salvini…

Comments are closed.