SARONNO – “Una brutta prova che non rispecchia nulla di quanto si è visto in allenamento nei giorni scorsi”: Stefano Imburgia, tecnico del Fbc Saronno, è rimasto di stucco dopo la prova davvero “inguardabile” della sua squadra nell’amichevole di sabato scorso contro l’Osl Garbagnate, formazione di Prima categoria che però ha vinto 6-1. “Cosa è successo? Me lo chiedo anche io – rileva Imburgia – Non comprendo la metamorfosi della squadra, l’attuale Saronno non è certo quello visto in campo a Garbagnate Milanese”.

“Sicuramente c’è stato un approccio mentale sbagliato; è vero che era una amichevole e che alla fine il risultato non contava assolutamente niente ma così non va” rileva il mister. Prima della ripresa del campionato di Promozione, domenica in casa contro la Lentatese, per i saronnesi si profila intanto un altro test, mercoledì sera alle 20 contro l’Esperia Lomazzo (Prima categoria) sul campo del centro sportivo Matteotti di via Sampietro a Saronno.

(foto: Stefano Imburgia in panchina durante l’amichevole di Garbagnate Milanese)

07012019

7 Commenti

  1. Gira la voce che i migliori giovani giusto quei 4 se ne vogliano andare.
    es. Seveso e’ andato in al Seregno
    Ci chiediamo : se li vogliono societa più blasonate del Saronno perche’ ora non giocano ?
    Si gioca solo se si paga ?
    Vogliamo chiarezza

    • Erano rimasti in tre e non ci sarebbe neanche più stata la squadra ora ci sono 21 giocatori e tanti sforzi che il mister senza alcuna mano legata deve mettere in campo.

  2. Ha le mani legate ma cosa scrivete .è quella la squadra che gli hanno costruito e poi si sapeva che qualcuno deve giocare per forza aprite la mente .al Matteotti così dicono son cose vergognose

  3. Notizia.
    ma lo sapete che con il Gavirate,che forse vincerà il campionato, abbiamo perso al 94 su autogol giocando con : Gennaro,Bonfrate,Comi,Busnelli,Rossi,Sufia.
    tutti 00/01 ora son tutti spariti,tranne Rossi per ovvi motivi,per fare posto ai nuovi arrivi imbarazzanti.
    Qualcuno lo sa o si fa finta di niente?
    Pochi giocatori buoni e giovani a Saronno ci sono ma qualcuno punta a retrocedere ( vero Pilato ? ) così la società non e più appetibile dai vari Galli , Restelli e Colombo.
    La gallina dalle uova d’oro va bene anche in prima categoria

    Sveglia

  4. Pilato e uno che si sbatte,tutti parlano mentre lui ci mette la faccia e quel poco che ha.

Comments are closed.