Home Cronaca Tentata rapina al farmacista di Turate: arrestati due fratelli

Tentata rapina al farmacista di Turate: arrestati due fratelli

540
0

TURATE – Rapina al farmacista di Turate, preso anche il secondo responsabili: è il fratello maggiore del bandito catturato nell’immediatezza dei fatti. Lo scorso 8 novembre, i carabinieri della stazione di Turate hanno arrestato in flagranza di reato un cittadino di 44 anni abitante in paese, per tentata rapina aggravata e porto di arma clandestina. Nella circostanza, intorno alle 20 l’uomo, armato con una pistola calibro 45 con matricola abrasa, travisato con uno scalda-collo, aveva tentato di derubare un dipendente della farmacia comunale di Turate mentre era intento, dopo l’orario di chiusura, a versare l’incasso della giornata (circa 1700 euro) nella cassa continua della “Banca Popolare di Sondrio” di via Vittorio Emanuele II. Nel frangente, due marocchini, regolarmente residenti in Italia, di passaggio, accortisi di quanto stava accadendo, non aveva esitato ad intervenire, riuscendo a disarmare il malvivente e ad immobilizzarlo sino all’arrivo dei carabinieri.

Ma le indagini sono continuate sino all’individuazione di colui che si ritiene essere l’ideatore del colpo e che ha materialmente partecipato anche alle fasi esecutive della rapina, fornendo al bandito le informazioni sul momento proficuo per compiere l’azione ed attendendolo in zona a bordo di un’autovettura per garantirgli la fuga. Già dalle informazioni fornite dai presenti nell’immediatezza dei fatti, era infatti emerso che durante le concitate fasi dell’intervento dei due cittadini marocchini un uomo claudicante, sopraggiunto a bordo di un’auto scura, era intervenuto in modo risoluto cercando di liberare il rapinatore e di colpire con una stampella i due uomini che mantenevano bloccato l’autore del reato. Solo grazie alla determinazione dei due marocchini, il complice del rapinatore era stato costretto a desistere ed a darsi alla fuga prima dell’arrivo dei carabinieri. I militari sono arrivati sino a lui: è il fratello del bandito, ha 60 anni, è già noto alle forze dell’ordine, ed è anche lui di Turate. I carabinieri lo hanno rintracciato ieri mattina nella sua abitazione e sono scattate le manette.

12012019