SARONNO – Stamattina l’assessore alla Cultura Maria Assunta Miglino ha presentato il programma di eventi condivisi dall’Amministrazione comunale in occasione della giornata alla Memoria.

L’esponente della Giunta è partita da una lunga premessa dedicata all’importanza del “fare memoria” in città ma anche nelle scuole: “L’Amministrazione ritiene importante parlare di antisemitismo e di razzismo in generale e di ricordare cio che è accaduto, perchè è compito delle istituzioni e di tutti noi comprendere e non sottovalutare, perchè non possiamo rimanere indifferenti”.

Si parte domenica 27 gennaio con la conferenza concerto a Villa Gianetti “Musica per non dimenticare” realizzato dall’Amministrazione comunale con l’associazione Lissonum: “Abbiamo tante testimonianze che in quei luoghi così tragici la musica abbia aiutato a tener viva la dignità delle persone. Insomma la musica è stata un mezzo di salvezza per aggrapparsi alla speranza”.

L’assessore, tra gli eventi proposti dalle diverse realtà cittadine, ha posto l’accento sulla mostra organizzata dall’Itis Riva di via Carso. Dal 24 al 29 gennaio si terrà la mostra fotografica “Auschwitz e la Shoah tra memoria e riflessione” organizzata con scatti e materiale realizzati dagli studenti. A presentarlo è stato il portavoce dell’istituto Luca Lazzeri: “Mi fa molto piacere la ricchezza delle iniziative del Comune perchè fanno capire che non siamo di fronte solo ad un fatto di storia ma ad un argomento trasfersale. Per quanto riguarda la mostra ci saranno una cinquantina di fotografie realizzate in un viaggio didattico a Cracovia e Auschwitz accompagnate da un percorso storico didattico. Per presentarlo abbiamo anche coinvolto le scuole medie”.

Nel programma anche due eventi musicali: domenica 27 al cinema Prealpi con l’associazione “Culturalmente/Musicalmente” si esibirà un coro gospel in “Il dirito di essere umani”. Sempre lo stesso giorno ma alle 17,30 “Le stanze della musica” propone uno spettacolo “Oratorio di Auschwitz”. Non manca l’appuntamento con il cineforum dal martedì 22 a giovedì 24 con “Un sacchetto di biglie”

“Anche il teatro – ha rimarcato l’assessore – si è confermato attento a questa ricorrenza con un ricco programma. Le richieste dalle scuole sono state talmente tante che si è resa necessaria una replica”. Nel dettaglio andrà in scena mercoledì 30 gennaio alle 10 “La bugia che salvò il mondo” per le primarie e il giorno dopo “La banalità del male”.

“Voglio inoltre ricordare – ha concluso – che sabato 26 genaio in via Ramazzotti ci sarà deposizione della prima pietra d’inciampo saronnese. Comune ha concesso la possibilità di realizzare quest’opera che ricorda il deportato politico saronnese Pietro Bastanzetti”.

(foto: un momento della conferenza stampa)

14012019