LIMBIATE – Nuovi arrivi nel team di Avis provinciale Monza e Brianza. Da martedì 15 gennaio sono operative nella sede del “Centro Formentano” a Limbiate due nuove volontarie del progetto Servizio civile nazionale. Si tratta di Giulia Bianzale, 26 anni di Desio, e di Arianna Mosca, 20 anni di Limbiate. Per entrambe un impegno annuale ricco di impegni e nuove esperienze. La loro attività sarà legata principalmente al Progetto scuola, un fitto calendario di interventi nelle scuole di ogni grado e di tutta la Brianza per parlare di solidarietà e di donazione del sangue. In questa attività saranno affiancati da Arianna Perego, già volontaria Snc e ora nello staff di Avis provinciale. Per le due volontarie anche altre occasioni di crescita professionale, con mansioni nell’ambito del rapporto con i donatori all’interno delle Unità di raccolta gestite da Avis, affiancamento nell’attività di gestione dell’ufficio e tutta una serie di incontri ed eventi dedicati alla loro formazione personale. Questo percorso sarà certificato dalla Fondazione Campus.

Giulia Bianzale, desiana di 26 anni, è fresca di laurea magistrale a Pavia in Biologia sperimentale e applicata e ha già avuto alcune esperienze come volontaria avisina. “Sono in attesa di dare l’esame di Stato, così nel frattempo ho colto l’occasione per fare un’esperienza nuova e utile. Ho già visto e mi è piaciuto molto il Progetto scuola” dice. Arianna Mosca è invece di Limbiate e ha solo 20 anni. E’ diplomata in Chimica e biotecnologie e frequenta il corso di laurea in “Allevamento e benessere animale” a Lodi. Il servizio in Avis non precluderà il prosieguo dei suoi studi: “Conoscevo già Avis anche se non sono una donatrice. Ho saputo per caso del Servizio civile e, visto che non mi impedirà di continuare a dare gli esami all’università, ho deciso di provare questa nuova esperienza.”

Giulia e Arianna fanno parte dei circa 400 volontari che hanno aderito al progetto di Servizio civile nazionale organizzato da Avis nazionale e che saranno impiegati nell’associazione per i prossimi 12 mesi per un totale di 1400 ore. “Alle due giovani volontarie il benvenuto e l’in bocca al lupo da parte del presidente Gianluigi Molinari e di tutto il Consiglio provinciale” rimarcano dall’Avis.

17012019