Home Politica Pd Saronno: sabato la convenzione di circolo

Pd Saronno: sabato la convenzione di circolo

402
18

SARONNO – Si è svolta nel pomeriggio di sabato 19 gennaio la convenzione di circolo del Pd di Saronno in preparazione delle primarie nazionali di domenica 3 marzo.

Dopo la presentazione delle varie mozioni da parte dei relatori ed il successo dibattito, si è passati alla fase elettiva. Le mozioni più votate in ordine sono state: Zingaretti – Giachetti – Martina. Il segretario del circolo Mauro Lattuada unitamente al coordinamento esprime soddisfazione per la partecipazione e la pluralità di interessanti interventi. Si ricorda che alla convenzione di Saronno hanno partecipato anche i circoli di Origgio ed Uboldo con i loro segretari.

(foto: alcuni momenti dell’assemblea con il segretario cittadino Mauro Lattuada nella sede di via Garibaldi)

21012019

18 Commenti

    • Un partito, vero, con iscritti veri, che discutono, non un gregge che obbedisce ad un sito di una società privata o un branco di odiatori anonimi… tiè

      • Concordo completamente.
        confronto, dialettica, socializzazione, nessun “padrone”, zero odio.

      • Sono quelli che in poco meno di un decennio hanno fatto sprofondare l’Italia in un nuovo medioevo!
        Tante parole pochi fatti….e i pochi fatti, fatti proprio male, gestione dei migranti, aiuti alle banche degli amici degli amici…ecc.ecc.ecc.ecc

        • Concordo in pieno, forse il peggior decennio dal dopoguerra.
          Per me il PD nel giro di un anno sarà scomparso alla fine sono solo politici da sinistra a destra senza un entità precisa

          • Giusto qualche spunto:
            Governo PD tutto ok, ma assolutamente no. Però…
            Gestione dell’ economia in piena post crisi mondiale, ma la produzione industriale ricresce in positivo di veri punti.
            Interessi sul debito molto più bassi grazie a spread basso.
            Attualmente, se vogliamo andare oltre alle parole:
            Produzione industriale -2,6% ( meno )
            1,5 miliardi da pagare per maggior interessi sul debito.
            Attuale salvataggio Carige? fatto con la stessa legge scritta a suo tempo x le altre Banche. ( si la legge è la stessa è cambiato giusto il nome) e le banche è meglio non farle fallire, come giustamente ha fatto anche questo governo. Oppure questo governo ha amici in Carige?

            Governare non è facile

      • Rispondo qui perché sopra non è possibile, ricordo che la nostra crescita 0,… è stata generata dalle esportazioni e non da interventi strutturali, le banche fallite e salvate erano tutte in area pd con all’interno parentele varie area pd.
        Lo spred è coefficiente molto particolare da decifrare, dovrebbe ricordare che al momento del governo Monti era ben più alto ma nessuno pubblicizzava questa situazione.
        Ma la cosa più brutta è sicuramente il denaro dato per gestire i migranti mentre abbiamo i nostri pensionati ridotti al lastrico ma ovviamente questo discorso lei non la toccato.
        Ma va bene così è proprio per questo che il pd scomparirà, bisogno avere l’onestà intellettuale di dire che non è stato fatto un buon lavoro e le dico di più se un governo di destra avesse fatto solo la metà di tutto ciò si sarebbe gridato allo scandalo!

        • Credo che se il pd ammetta i propri errori e un po di chiarezza al proprio interno una piccola possibilità di salvezza ci sia.
          Ci vuole il partito del buon senso!

          • Infatti, proprio per questo sono servono. E’ il momento in cui chi sceglie è la base non i capi. Poi ammettere gli errori è poco, tocca ricominciare.

  1. Per dettagli parte economica vedi mia risposta sopra, la crescita e la produzione erano positivi. Gli interessi da pagare sul debito più bassi. Solo questo fa più di un miliardo all’ anno di costi.
    Crescita: l’ esport è importantissimo, idem gli investimenti interni. Per questo l’ attuale impronta della manovra non ha soddisfatto molto. Neanche i ns. stessi piccoli e medi industriali. Siamo in un momento tutto tranne che roseo. Tecnicamente è quasi recessione.

    Ripeto errori sicuramente, ma le primarie servono proprio a questo. Confronto e anche revisione delle politiche. E’ democrazia interno, il momento migliore per cambiare. E giustamente ridare buon senso.

Comments are closed.