Via Roma, tour di Saronno per tutti: “Ecco perchè le radici sono un problema”

722
7

SARONNO – “Come riassumere questa passeggiata in via Roma? Un vero rally”. Andrea Depalo portavoce dell’associazione Saronno per tutti ieri mattina ha organizzato una passeggiata in via Roma per affrontare il problema della mobilità sostenibile in via Roma dove tiene banco il problema dell’abbattimento dei bagolari  per la riqualificazione dei marciapiedi.

L’Amministrazione comunale vuole riqualificare il tratto, tra via Guaragna e via Manzoni, del lungo viale alberato che porta dalla periferia sud alla centralissima piazza Libertà. Per farlo è stato predisposto un progetto che ha visto abbattere 9 bagolari di oltre sessant’anni e ne vede a rischio almeno altri 11. Forte l’intervento degli ambientalisti che hanno organizzato una raccolta firme online e chiesto all’Amministrazione di ripensare al progetto in modo da salvare il maggior numero possibile di piante. Non è mancata anche la mobilitazione dei bimbi che hanno attaccato disegni al alberi coi loro appelli sui tronchi dei bagolari tagliati. A rimarcare la necessità di un intervento è però l’associazione “Saronno per tutti” che ieri, promuovendola su Facebook, ha organizzato un momento dimostrativo con una passeggiata con sedia a rotelle nel primo tratto di via Roma.

“Le radici creano punti insuperabili se si è da soli – spiega Andrea De Palo – persino se si è accompagnati le difficoltà non mancano”. “L’Amministrazione ha fornito una soluzione al problema del passaggio di chi si sposta su sedia a rotelle e in assenza di altre proposte hanno il merito di affrontare il problema degli avvallamenti dei marciapiedi che ostacolano non poco la nostra mobilità”. Alla dimostrazione oltre a diversi esponenti del sodalizio erano presenti anche due consiglieri comunali della Lega Nord.

27012018

7 Commenti

  1. Domanda vegana: un albero che non sta in un bosco quindi lontano dai suoi simili, che ha i “piedi” ricoperti di asfslto, che respira gas velenosi da mattina a sera è un trattamento corretto?

  2. chi usa il suo tempo per aiutare i disabili merita rispetto.
    …..
    per questo sono perplesso della presenza di “esponenti della lega per l’ indipendenza”
    Ritengo che il marciapiedi vada sistemato non solo per le radici ma anche per gli attraversamenti che sono vere e proprie barriere e li non c’entrano gli alberi.
    Non mi piace che su un tema cosi’ importante e il taglio degli alberi lo e’ non si informino,prima, i cittadini….e dopo le giuste risposte si presenti un progetto…
    ma se si ha paura di sentire i”ragli” allora basta smettere di abbaiare

  3. 3 persone. Effettivamente avete avuto successo! Fatevi un esame di coscienza, state continuando a dire che bisogna abbattere le piante per risolvere il problema di passaggio con la carrozzina, ma non è così! Gli alberi possono rimanere al loro posto.

  4. PERCHÉ NON FATE VEDERE QUANTI ALTRI MARCIAPIEDI, DOVE NON CI SONO ALBERI, ROVINATI E ROTTI DOVE LA CARROZZINA NON PASSA NEANCHE SPINGENDOLA IN 18 PERSONE?!! Ve lo dico io perché, perché state solo facendo propaganda per l’amministrazione! Quante volte lei Depalo ha mai percorso i marciapiedi di via Roma??

  5. Che il marciapiede in alcuni punti sia devastato siamo tutti d’ accordo. Da quella via sono passato con mia madre che ha i suoi anni ed ha dovuto fare molta attenzione. Senza polemica con nessuno ho notato questo.
    L’ 80% di quella via ( verso la piscina ) ha marciapiedi bellissimi. Sono leggermente più alti, leggermente più alti, sono pavimentati con beole, si cammina perfettamente, ci sono gli stessi alberi di grande fusto, la stessa ciclabile. Ripeto è tutto perfetto.
    Mi chiedo ma non è possibile riqualificare nello stesso modo il 20% che ha problemi? Anche perchè quel marciapiede sembra essere stato già all’ origine mal progettato/realizzato. Storto, un pò alto un pò basso a secondo dei punti e prima del problema delle radici.

  6. Un Rally?
    Su un Kilometro di marciapiede solo i due punti nelle foto sono veramente d’intralcio. Dovuto il disfacimento del marciapiede solo alle radici o anche ad un marciapiede fatto male in origine e che non si riqualifica da circa 30 anni?
    Nessuno mette in dubbio che quelle due piante andavano abbattute, solo si cerchi di salverne il più possibile delle prossime. Le tecniche ci sono.

  7. D’accordissimo con EG. La riqualificazione di un tratto di via Roma ( vicinanze distributore IP) effettuata dalla passata Amministrazione dimostra come sia possibile salvare alberi e sistemare i marciapiedi. Perche’ la ” prova” con i disabili non e’ stata fatta li’? Basta proseguire i lavori nella stessa direzione. Possibile che nessuno ci abbia ancora pensato?
    Li’ le piante hanno lo spazio necessario per le radici , che non sono nascoste da cemento come nel “maquillage” fatto poco tempo fa dalla stessa Amministrazione Fagioli ( sigh!) -, la pavimentazione dei marciapiedi e’ adeguata per ogni tipo di utenza pedonale. Basta raccontare frottole!

Comments are closed.