SARONNO / CERIANO LAGHETTO – Il caso dei migranti sulla nave Sea watch, e quello pregresso della nave Diciotti infiamma anche la politica locale. Il parlamentare saronnese del Pd alla Camera dei deputati, Gianfranco Librandi, invita il ministro dell’Interno a salire sulla nave che da alcuni giorni si trova al largo di Siracusa. “Il ministro Salvini ha perso veramente la bussola. E’ prerogativa dei parlamentari il potere ispettivo, per questo non può attaccare i suoi colleghi del parlamento calpestando per giunta un dovere, e di questo stiamo parlando, che è anche il suo – dice Librandi (foto) – Lo stop sbarchi può essere una linea del governo, può essere la missione di del titolare dell’Interno, che certo dovrebbe sempre agire nel rispetto dei diritti umani, ma lo stesso Salvini doveva essere il primo a salire su quella nave. Come parlamentare e come ministro dovrebbe verificare le condizioni dei migranti e non stare sempre attaccato allo smartphone nell’inutile ricerca di frasi a effetto per qualche like in più”.

“Il tribunale dei ministri di Catania ha chiesto l’autorizzazione a procedere contro Matteo Salvini per il reato di sequestro di persona per il caso della nave Diciotti. Io sto con Salvini, minacciato di morte dai gruppi estremisti di sinistra! Ma amato dagli italiani che vedono in lui l’ultima speranza per l’Italia e per l’Europa” l’indiretta replica del sindaco leghista di Ceriano Laghetto, Dante Cattaneo.

29012019

3 Commenti

Comments are closed.