Home Città Pietra d’inciampo, Raffaele Fagioli: “Evento non presenziato per circostanze casuali”

Pietra d’inciampo, Raffaele Fagioli: “Evento non presenziato per circostanze casuali”

578
16

SARONNO – “L’attuale Amministrazione comunale da sempre è presente e sostiene costantemente tutti gli eventi culturali cittadini”.

Inizia così la presa di posizione di Raffaele Fagioli presidente del consiglio comunale all’indomani delle polemiche per l’assenza, sabato mattina alla posa della pietra d’inciampo dell’Amministrazione comunale.

“Ricordiamo a tutti i saronnesi che l’evento di sabato mattina ha sicuramente avuto l’appoggio della nostra amministrazione, come tutti i numerosi eventi che hanno un risvolto educativo per i nostri ragazzi e ricordano momenti importanti della storia della nostra città, attraverso personaggi che
hanno contribuito con il loro operato a tenerne vivo il ricordo ed il buon nome di Saronno. Se per circostanze esclusivamente casuali non è stato adeguatamente presenziato dall’Amministrazione non è di certo da considerare una mancanza voluta”.

E ha aggiunto: “Rallegriamoci della significativa partecipazione dei cittadini a tutti gli eventi proposti dalle associazioni, sostenute direttamente o indirettamente dall’assessorato alla cultura, ed al significato più profondo del Giorno della Memoria. L’evento di sabato rappresenta la prima tappa di
un percorso che è entrato nel vivo domenica, giorno della Memoria, e proseguirà nelle scuole di ogni ordine e grado della nostra città”.

La chiosa politica è firmata da Claudio Sala, segretario cittadino del Carroccio: “Le illazioni e le successive polemiche per l’assenza sono più gravi dell’assenza stessa e hanno il sapore di un’azione politica di basso livello. Impegnamoci affinché il Giorno della Memoria non venga snaturato, come altre ricorrenze, per scopi politici estranei al contesto”.

(foto archivio)

30012019

16 Commenti

  1. Quasi sempre il silenzio è d’oro.É stato meglio non vedervi, della vostra ipocrisia ne faccio volentieri a meno. Grazie

    • Alle 6.35 del mattino già così acido?
      Un bel sorriso per iniziare la giornata, bacioni.

      • Huau, chissà che triste giornata ha vissuto per trovare la forza di augurarmi un sorriso.con tutto l’amore possibile anche oggi vado a lavorare con il mio sorriso che lei non merita.stia sereno

  2. Casualmente siete amministratori di questa cittadina? Penso di no.
    Ci saranno altre elezioni e non casualmente quel giorno mi ricorderò delle vostre dichiarazioni.

  3. è normale inciampare in una “pietra di inciampo” ?
    il caso, la necessità, la scelta
    signor Fagioli
    mettiamola così il “caso” ha voluto che non abbiate sentito la “necessità” di “scegliere” di essere presenti
    per il signor Sala invece
    “Cur – inquit – turbulentam fecisti mihi aquam bibenti?”

  4. Avessero almeno scelto! Sono più fantozziani dell’ originale! Ahaha tra consiglieri comunali verdi e compagnia cantante non sono riusciti a presenziare… complimentoni! Prendere esempio dal Dante

  5. Scusate ma tra giunta e consigliere comunali siete più di 20 persone non verrete mica adirci che tutti voi quel giorno avete preso un bus per una gita con con pranzo lago di Como? ? Devo prendere atto che per fantasia non vi supera nessuno mamma mia come è caduta in basso questa amministrazione.

  6. “per circostanze casuali” mi creda non è che sia il massimo da sentire.
    “Ricordiamo a tutti i saronnesi che l’evento … ha sicuramente avuto l’appoggio della nostra amministrazione” avrei voluto ben vedere! Mi auguro non dover avere ulteriori perplessità.

    Queste vicende del ns. vicino passato, sono troppo importanti per essere oggetto di disinteresse.
    Che si ricordi privazione di libertà, lager, gulag, foibe ecc. Sono base formativa per le nuove generazioni.
    Delle vicende di questa famiglia, la sola parte in cui non si denuncia chi ha venduto Bastanzetti per evitare un inutile ulteriore morte, questa sola è un corso di civiltà per tutti i ragazzi. ( ed anche per noi adulti… )
    Buona giornata

  7. “…Le illazioni e le successive polemiche per l’assenza sono più gravi dell’assenza stessa e hanno il sapore di un’azione politica di basso livello. Impegnamoci affinché il Giorno della Memoria non venga snaturato, come altre ricorrenze, per scopi politici estranei al contesto..”
    Gi’round perche’ negli anni passati che cosa ha fatto l’amministrazione ? Facile ogni volta trovare motivazioni futili per non partecipare in forma ufficiale a eventi di segno opposto a quello dell’amministrazione…..anche di questo i cittadini si ricorderanno alle prossime elezioni. E sappiate che non ci saranno “…circostanze casuali…”

  8. sala se taceva era meglio. gli eventi storici sono sempre stati snaturati da loro. vedi 4 novembre e 25 aprile

  9. Io sono tra quelli rimasto sorpreso e deluso dall’assenza dell’Amministrazione. Ma l’unità della comunità saronnese attorno alla Memoria e alle vittime della follia nazifascista è la cosa più importante e deve essere tenuta lontana dalla politica di ogni giorno. Per cui voglio credere alle parole di Raffaele Fagioli. Fagioli però dovrebbe approfondire come è stato possibile che le istituzioni fossero assenti e che siano quindi incappate in un enorme danno di reputazione.

  10. Saranno presenti al 5 e al 10 febbraio per commemorare le vittime delle foibe, il cui rispetto è dovuto da tutti gli Italiani veri che non si nascondono dietro il colore politico e l’alone superficiale che veleggia in questa amministrazione.

  11. Quando la pezza è peggiore del buco.
    La posa della pietra di inciampo per il signor Bastanzetti è un evento straordinario perchè si tratta di un saronnese (e non è l’unico) che è stato deportato e ucciso in un campo di concentramento. E’ un fatto che va oltre il Giorno della Memoria, è una questione di rispetto per un nostro concittadino vittima di una mostruosità che sembra lontana e che invece arrivò anche nelle nostre case e nelle nostre vie. E’ una persona, con nome e cognome, con parenti che ci vivono accanto. L’assenza delle 20 persone che rappresentano l’istituzione cittadina e che dovevano venirci come ‘persone’ non ha scusanti.

  12. Questa vicenda fa capire quanta distanza ci sia tra i cittadini e l’attuale amministrazione

Comments are closed.