SARONNO – “L’Italia che resiste”: si intitola così la manifestazione prevista oggi pomeriggio e che prevede un simbolico girotondo attorno al Municipio, in piazza Repubblica 7. Tutti possono partecipare e l’appuntamento è fissato alle 1345; è promossa da attivisti per i diritti umani, in tutta Italia.

“La manifestazione del 2 febbraio – spiegano i promotori – nasce come reazione spontanea di un gruppo di cittadini impegnati nel sociale davanti al quotidiano sfoggio di barbarie e crudeltà. La nostra aspirazione è quella di fare passare il concetto che siamo dei normali cittadini che sono intenzionati a contrastare politiche di governo. Perché il 2 febbraio? Perché pochi giorni dopo il Giorno della memoria, perché non vogliamo essere come quelli che in tempo di guerra hanno fatto finta di non vedere quello che stava accadendo. A chi vuole partecipare chiediamo di recarsi davanti al Comune città, assieme agli amici. Vogliamo manifestare ovunque, non in un’unica città, per dimostrare che ovunque ci sono cittadini che dissentono da queste politiche di governo”.

02022019

6 Commenti

  1. Essere contrari ad una politica e’ legittimo, ma per favore lasciate stare l’Olocausto, non c’entra nulla ed è offensivo per chiunque abbia subito e subisca ancora delle persecuzioni; su quella nave non c’erano curdi, non c’erano siariani, non c’erano cristiani del Pakistan (e potrei andare avanti a lungo). C’erano degli africani maschi provenienti da Paesi dell’Africa occidentale; vogliono migliorare la loro condizione? Anche questo è legittimo, come lo è per uno stato regolare le immigrazioni.

Comments are closed.