SARONNO – Riceviamo e pubblichiamo la nota inviata dalla sezione cittadina di Fratelli d’Italia in merito al raid vandalico messo a segno ai danni della sede comunale di piazza Repubblica.

Il Circolo di Fratelli d’Italia Italo Balbo di Saronno, Cislago e Uboldo attraverso il suo presidente Ernesto Credendino coadiuvato dal rappresentante di circoscrizione di Saronno Cristiano Fagioli e dal responsabile provinciale di Gioventù Nazionale Federica Carlomagno hanno saputo dell’atto vandalico avvenuto nella notte tra martedì e mercoledì all’ingresso del comune di Saronno con scritte oltraggiose oltre a vandalizzare le vetrate stesse con una serie di martellate.

Il comune, la casa dei saronnesi e questo è un attacco vile alla città, ai cittadini senza senso e giustificazione. Strana la coincidenza con la proiezione del film Red Land presso il Cinema Prealpi, che peraltro ha avuto un elevata presenza di spettatori con la sala quasi piena con una presenza massiccia di cittadini saronnesi accorsi per vedere un film storico descrittivo di avvenimenti provati e certi.

Che ancora oggi non si voglia riconoscere la verità storica sulle foibe, da parte di chi sono state commesse tali violenze ed atrocità vuol dire non accettare la realtà dei fatti così come avvenuti.

Ci riesce difficile capire la mente perversa di due persone incappucciate disposte a fare una azione in pieno centro e sul simbolo della città, Saronno certamente non è questa, questi sono due delinquenti che sanno solo nascondersi sotto mentite spoglie e nel buio notturno senza avere la dignità e la forza di essere in grado di rispondere delle proprie azioni e si spera che le solite ed indegne coperture a tutela di tali soggetti siano finite e che finalmente tali soggetti rispondano delle proprie azioni”. 

(foto: i danni del raid)

08022019

4 Commenti

  1. A volte tornano! Non si è capito chi sia questo Credentino ma va bene lo stesso.
    Ma questo Credentino pensa davvero che il raid sia per il film? Cosa non si fa per cercare la ribalta nazionale creando casi…

  2. Tutto condivisibile ma fate scrivere a qualcuno che conosca la punteggiatura, il periodo, i soggetti dei verbi, la frase principale e le secondarie……..su forza.

  3. Signora Carlomagno, signor Credendino, signor Fagioli
    a parte essere poco tempestivi siete anche un poco fantasiosi nel collegare avvenimenti diversi:
    la proiezione di un film sulle “foibe” con un atto sconsiderato.
    Allora viene da pensare che ridotti al lumicino ricorriate ad ogni espediente per dire che ci siete.
    Poi parlare di dignità ovviamente in questo caso è facile e non ci sono discussioni, ma non si possono dimenticare altri in cui la “vostra” è mancata (ovviamente non avete in maniera stupida e visibile fatto danno, anche se forse … ) un esempio si ricorda la votazione sulla nipote di Mubarak.

    Poi sulle “foibe”, bene e giusto che l’Italia ricordi morti per causa di una guerra che da delirio di onnipotenza si è trasformata in guerra anche contro persone senza colpe, ma se voi volete essere il nuovo fascismo mi basta quello che è stato cancellato da chi mi ha preceduto e che ringrazio.

    Sulle coperture piantiamola, se avete prove che qualcuno copre questi atti mostratele altrimenti sono solo accuse al fine di denigrare associazioni o partiti non conformi al vostro “pensiero”

Comments are closed.