SARONNO – Con un discorso a braccio basato su alcuni riflessioni personali il vicesindaco Pier Angela Vanzulli ha aperto stamattina alle 11 la cerimonia ufficiale di resa onore alle vittime delle Foibe. Il momento ufficiale è stato organizzato dall’Amministrazione comunale con la collaborazione della sezione cittadina dell’associazione nazionale paracadutisti d’Italia.

Assente per il sindaco Alessandro Fagioli, per un’indisposizione, a fare gli onori di casa è stata il vicesindaco Pier Angela Vanzulli che ha tenuto un breve discorso facendo i conti con qualche problema tecnico a causa di un microfono mal funzionante. “E’ difficile capire il dramma di persone che hanno dovuto lasciare la propria casa e quello ancora peggiore di chi è morto, trattato come un sacco senza rispetto
per la vita”. Vanzulli ha continuato: “E’ importante anche di fronte a queste pagine di storia ricordare e rimarca l’importanza di vivere insieme cercando di far emergere le cose buone affinchè il silenzio della pace non sia mai rotto dal rumore delle armi e dal dolore del pianto”.

Dopo la resa degli onori al cippo dedicato alle vittime delle foibe, tutti si sono trasferiti in Santuario della Beata Vergine dei Miracoli per la messa. Tra i presenti al momento ufficiale le delegazioni di alpini, parà, bersaglieri, gli uomini della protezione civile e tante autorità cittadine dagli assessori Maria Assunta Miglino, Gianpietro Guaglianone , Paolo Strano, Lucia Castelli ai consiglieri comunali Raffaele Fagioli (presidente), Carlo Pescatori, Angelo Veronesi, Ilaria Pagani, Franco Casali, Nicola Gilardoni, Alfonso Indelicato, Francesco Banfi.

 

11 Commenti

  1. Mai visto resa degli onori più frettolosa e indecente,di fretta semza conoscere cerimoniale e protocollo,non gli ha detto nessuno che ad esempio non si danno le spalle al monumento?

  2. Neanche il microfono…
    Hanno fatto tanto can can e poi nemmeno il microfono… quanto sarà durata la cerimonia che pare per pochi intimi?
    Però dai, la minoranza c’era ed era invece assente una bella fetta di maggioranza: in giunta si stracceranno le vesti per la lesa maestà?

  3. celebrazione SI celebrazione NO
    contiamo i morti di tutte le tragedie storiche dall’uomo delle caverne ad oggi !
    ma i colpevoli sono colpevoli o forse sono le vittime di altri ?
    vogliamo guardare al futuro prossimo e remoto o vogliamo rigiraci nel passato sperando di trarre un profitto di parte ?
    l’ANPI oggi non era presente , qualcosa non torna…
    chi fa il primo passo ?

    • Ricordare le nefandezze passate serve, o almeno me lo auguro, a non ricommetterle. Visto che spesso siamo riuscita a dare il peggio.
      Per le presenze/assenze chi è istituzione ( quindi stato ) ha una responsabilità maggiore.

      • testo dell’articolo
        ” Dopo la resa degli onori al cippo dedicato alle vittime delle foibe, tutti si sono trasferiti in Santuario della Beata Vergine dei Miracoli per la messa. ”
        correzione al testo dell’articolo
        ” Dopo la resa degli onori al cippo dedicato alle vittime delle foibe, ALCUNI si sono trasferiti in Santuario della Beata Vergine dei Miracoli per la messa. “

  4. Non ho mai capito come scegliete i commenti che pubblicate, quando si commenta senza offendere ma semplicemente dicendo la verità dovete pubblicare o, altrimenti finitela di fare giornalismo !

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.