SARONNO – Sono stati 180 gli alunni della scuola elementare Gianni Rodari vaccinati contro l’epatite A con 31 adulti tra insegnati e personale non docente dell’istituto scolastico del quartiere Prealpi. A questi dati, forniti dall’Ats Insubria che ha organizzato le vaccinazioni nel giro di pochi giorni con tre ambulatori dedicati al distretto sanitario di via Fiume, vanno aggiunti quelli dei piccoli che nei giorni delle vaccinazioni di massa, per la precisione giovedì 7 e venerdì 8 febbraio, erano malati e per i quali saranno realizzate delle sedute ad hoc su appuntamento.

Tutto è iniziato nel mese di dicembre si è registrato il primo caso di Epatite A nella scuola materna Collodi di via Toti. Dopo le vacanze di Natale si sono registrati altri 4 casi nell’asilo dove l’Ats era tempestivamente intervenuta non solo i sopralluoghi e interventi mirati di igienizzazione ma anche con una campagna vaccinale che ha coinvolto oltre 180 bimbi. Una settimana fa quattro nuovi casi due adulti, per la precisione la mamma e il papà di un bimbo della scuola materna, un ragazzino della scuola elementare ed uno del liceo GB Grassi di via Croci.

Ats è stata in prima fila per l’intera vicenda organizzato sopralluogo, fornendo informazioni alle famiglia ma anche vademecum sui comportamenti corretti da tenere per ridurre i rischi. In particolare una nota di questo tipo è stata consegnata a tutti gli studenti del liceo scientico.

15022019