CARONNO PERTUSELLA / RESCALDINA – Con un’auto rubata a Caronno Pertusella, una Peugeot 208, sono andati a Rescaldina per rapinare l’ufficio postale ma sono stati traditi dall’antifurto gps della vettura. Infatti subito dopo il furto le forze dell’ordine si erano messe sulle tracce del veicolo rubato, e così i malviventi – due persone già note alle forze dell’ordine – sono state rintracciate, proprio qualche istante prima che facessero irruzione alle Poste.

Insomma, giornataccia per i due banditi, di 32 e 24 anni, italiani. Alle 11.30 di ieri è avvenuto il fermo: i carabinieri – che erano sulle tracce dell’auto rubata la sera prima – li hanno individuati in via Battisti e li hanno bloccati propri mentre stavano per entrare alle Poste di Rescaldina. Si erano già “mascherati”: avevano infatti indossato occhiali da sole, cappellino e malgrado il sole anche lo scaldacollo, e si erano cosparsi mani e viso di fondotinta scuro, per celare le loro reali fattezze. Uno aveva un coltello e l’altro aveva alla cinta una pistola con matricola abrasa. Ora devono rispondere di concorso in tentata rapina aggravata, porto d’arma clandestina e ricettazione.

(foto archivio)

28022019

2 Commenti

Comments are closed.