Home Città Supermercato all’ex Cemsa, Veronesi: “E’ la legge”

Supermercato all’ex Cemsa, Veronesi: “E’ la legge”

1031
19

SARONNO – “I regolamenti vanno rispettati. Sempre. L’Amministrazione non può agire con arbitrarierà”. E’ questo il titolo del comunicato stampa emesso dalla sezione cittadina della Lega ed a firma del capogruppo consigliare Angelo Veronesi sul tema del recupero dell’ex Cemsa. Lo pubblichiamo integralmente.

I regolamenti sono scritti perché deve valere quanto è scritto sulla carta, non quanto passa per la testa degli amministratori di turno. È necessario che i regolamenti siano scritti, per fare in modo che i cittadini abbiano chiari i propri diritti ed i propri doveri e nessuno dell’amministrazione possa agire con arbitrarietà decidendo di volta in volta cosa autorizzare e cosa no. Il primo codice scritto è stato quello del Re Sumero Ur]Nammu che regnò tra il XXII e il XXI secolo prima di Cristo, circa 4000 anni fa. A Saronno l’opposizione non ha ancora capito che quello che c’è scritto è ciò che limita l’arbitrarietà di un’amministrazione.
Eppure il Piano di Governo del Territorio è stato approvato in forma scritta nel 2013 dalla passata amministrazione.

Si prevede che su tutto il territorio comunale si possano aprire spazi commerciali fino al massimo a 2500 metri quadri di vendita complessivi. Questo vuol dire che se c’è un’area dismessa, qualsiasi privato ha diritto di poter aprire un’attività commerciale fino a 2500 metri quadri di vendita commerciale senza passare dal Consiglio Comunale. Si intende che 2500 metri quadri siano solo area di vendita commerciale calpestabile dai clienti. Il magazzino non fa testo. Quando c’è più di un’attività commerciale, ad esempio due o tre attività commerciali, che condividono un’unica area di parcheggio, allora la somma di tutte le superfici commerciali deve occupare in totale 2500 metri quadri. Il consiglio comunale decide eventuali deroghe ragionando sul maggiore interesse pubblico. Non è stata concessa nessuna deroga sull’area ex Cemsa. Privati cittadini hanno esercitato il loro sacrosanto diritto di fare quello che c’è scritto nel Pgt approvato dal Pd e da Tu@Saronno. Le critiche che arrivano da Licata, Gilardoni e Casali, in base alle quali il Consiglio Comunale avrebbe dovuto bloccare la costituzione di attività commerciali, sono critiche che minano la libertà dei cittadini privati di fare quanto è in loro diritto in base a quanto è scritto nei regolamenti. Non si può e non si deve agire con arbitrarietà. Non siamo in Unione sovietica, se lo mettano bene in testa.
Angelo Veronesi
capogruppo Lega Nord Lega Lombarda per l’indipendenza della Padania di Saronno

14032019

19 Commenti

  1. A chi si lamenta….. (e mi riferisco all’opposizione) che se la prenda con chi ha approvato il vigente Piano del Governo del Territorio che .. fino a prova contraria, è stato approvato dalla passata amministrazione. Tutto si può cambiare ma … almeno che si eviti di dire cose none vere. Sembra quasi che si creda che i cittadini non abbiano memoria storica ma…. non è così!!
    Quindi che la si finisca di “strumentalizzare” ogni azione di questa Amministrazione!!

    • Ahhhh…è vero, quel PGT sul quale la lega aveva fatto una gran opposizione e poi ha riconfermato in pieno con la scusa che ormai i tempi erano troppo stretti…ora ricordo bene!

      • Beh!! Si può sempre cambiare idea !! “Sbagliare è umano perseverare è diabolico ” Ah!! E’ vero …..certa politica… non sbaglia mai!!
        Comunque la pianificazione urbanistica non è certo materia per tutti!! La politica locale può fino ad un certo punto… poi prevalgono le pianificazioni provinciale e regionali!!

  2. Se i regolamenti dicono una cosa, per quale ragione serve tornare al consiglio comunale?
    La risposta è semplice: perché si fa qualcosa di diverso.

  3. è iniziata la campagna elettorale…..sempre le solite menate
    dette e scritte con l’usuale supponenza.
    oramai tutti dovrebbero avere capito con chi si ha a che fare
    evitiamo errori commessi in passato

  4. Ancora una volta questa amministrazione con il suo portavoce politico sempre più allucinato dal livore verso ogni opposizione e non dal buon senso di saper amministrare per il bene della città si attacca stridendo sui regolamenti vigenti, scordandosi che pur pretendendo il rispetto delle regole è indispensabile armonizzare le esigenze civiche di una collettività attenta al proprio futuro.

  5. “un’attività commerciale fino a 2500 metri quadri di vendita”

    Ma la lega non eta tutta a favore dei piccoli negozi?
    Li chiamano esercizi di vicinato. 😂
    Va beh capita di cambiare idea 😂😂

  6. Quanti supponenti opositori saggi…..: 3-4 pensatori di un a minoranza che verrà rischiacciata alle prossime elezioni. Siete senza speranza..!!!! continuate così e verremo confermati tranquillamente alla prossima tornata elettorale. Cosa che è positiva per la collettività Saronnese,x tutti NOI. Grazie.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.