LIMBIATE – Dopo i presidi e le polemiche legate alla presenza degli animali alla sfilata di Sant’Antonio a Saronno e per la Fiera del bestiame di Origgio, gli attivisti dell’associazione Cento per cento animalisti protestano per l’evento previsto a Limbiate da sabato 16 a domenica 17 marzo, dove si tiene una mostra felina abbinata a una mostra-mercato di rettili. “Noi di Cento per cento animalisti – si legge in un comunicato – siamo ovviamente contrari a questo tipo di manifestazioni: primo, perché gli animali non sono oggetti da mostrare o dei quali fare commercio; poi perché gatti, cani o qualsiasi altra creatura soffre nell’essere tenuta in box ed esibita. Non parliamo dei rettili, condannati a passare tutta la vita in una bara di cristallo”

Per l’associazione “chi ama veramente gli animali non partecipa a questi eventi, nemmeno come visitatore; e meno ancora ci porta i figli, a vedere animali prigionieri. Non sono esclusi controlli da parte dei nostri attivisti in incognito, all’interno della fiera già da domani, speriamo faccia lo stesso l’autorità competente”.

15032019

6 Commenti

  1. Ma cena per cento animalista che pensasse a Saronno invece che pestare i piedi alle associazione del territorio di Limbiate un esamino di coscienza no ne

  2. C’è da dire che questi, con l’auto dell’immancabile articolo del Saronno ogni volta che si muovono, fanno un bel servizio di pubblicità alle migliori sagre della zona, che altrimenti rischierebbero di passare inosservate.

    • C’è da dire che grazie agli animalisti ora so dove andare e dove non andare onde evitare di vedere animali sfruttati

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.