UBOLDO – “Beccato” dall’arbitro nello spogliatoio a metà partita domenica scorsa anche se squalificato, l’allenatore dell’Uboldese Alberto Maestroni è andato ora incontro a nuove sanzioni, dovrà restare fuori per un mese. Insomma, se – almeno in panchina – per lui la stagione non è anticipatamente finita, davvero poco ci manca. Alla fine del campionato di Promozione mancano infatti solo sette giornate e la sua squadra è in piena lotta per evitare i playout.

Il giudice sportivo Rinaldo Meles, con il rappresentante dell’Associazione arbitri, Edoardo Piazza ed i collaboratori Enzo Di Martino e Giordano Merati, lo hanno squalificato infatti sino al 17 aprile perchè “personalmente riconosciuto dall’arbitro al termine del primo tempo di Uboldese-Meda (terminata 0-1), nonostante la squalifica in atto fino al 20 marzo, entrava nello spogliatoio locale impartendo istruzioni. La sanzione della squalifica di un mese va quindi applicata dal 21 marzo al 17 aprile”. Eessendo già squalificato, al massimo il mister avrebbe potuto seguire la partita al di là della recinzione ma senza entrare in campo e nell’area degli spogliatoi: evidentemente, però, non ha resistito e per dare indicazioni ai suoi ha compiuto il “blitz” in spogliatoio che però gli è stato “fatale” visto che l’arbitro lo ha riconosciuto.

L’Uboldese domenica affronta in trasferta, per la 25′ giornata, la capolista Rhodense. Classifica: Rhodense 49 punti, Vergiatese 48, Morazzone 46, Gavirate 42, Base ’96 Seveso 36, Universal Solaro e Olimpia 35, Meda 33, Cob 91, Guanzatese e Muggiò 30, Besnatese 28, Uboldese 25, Fagnano 24, Fbc Saronno 19, Lentatese 18.

(foto: a destra Alberto Maestroni durante una recente intervista a Radiorizzonti)

16032019

1 commento

Comments are closed.