Librandi: “La via della seta deve essere un’opportunità non un cavallo di Troia”

92
1

SARONNO – Ospite a Mattino Cinque l’imprenditore e deputato saronnese Gianfranco Librandi ha parlato del controverso accordo con la Cina protagonista delle cronache nazionali e internazionali negli ultimi giorni.

““La Via della Seta” – spiega Librandi – è un’opportunità da non sottovalutare, perché con i cinesi si può e si deve lavorare. Tuttavia l’accordo non deve essere un cavallo di Troia utile solo a favorire l’invasione commerciale da parte della Cina.Dobbiamo esportare di più verso la Cina e pretendere allo stesso tempo il rispetto dei diritti civili, solo così possiamo fare il bene dell’Italia”.

“Personalmente – ha spiegato Librandi – ho una lunga esperienza di lavoro con il mercato e le aziende cinesi. Lavoro bene con loro, sto consolidando una rete di vendita in Cina e sono molto gratificato quando riesco a vendere i miei prodotti nei loro mercati. Però non dobbiamo dimenticare la enorme sproporzione che esiste fra i due Paesi, nello scambio commerciale ed in tanti altri settori
Abbiamo di fronte un gigante economico e finanziario, con quasi un miliardo e mezzo di abitanti, un Pil di 13.300 miliardi di euro, che nel 2018 ha esportato nel nostro Paese per oltre 30 miliardi”.

E conclude: “Il rischio che la partecipazione del nostro Paese – unico nel gruppo dei G7 – alla Via della Seta possa essere una sorta di cavallo di Troia con lo scopo di rafforzare il ruolo politico della Cina in Europa è reale e non va sottovalutato”.

24032019

1 commento

Comments are closed.