SARONNO – La polizia locale di Saronno ha “sconfinato”: seguendo idealmente la linea ferroviaria Saronno-Seregno gli agenti l’altro giorno hanno svolto un servizio di controllo antidroga alla stazione di Ceriano Laghetto, con i colleghi della vigilanza urbana del posto, in quello che costituisce una sorta di “terminal” dove scendono spacciatori di droga e loro clienti diretti nei vicini boschi delle Groane, dopo essere magari saliti in treno a “Saronno centro”.

L’opera di monitoraggio degli “arrivi” si è sviluppata anche con l’ausilio di Shane, il cane antidroga di cui dispone la polizia urbana di Ceriano. “Una giornata dedicata al contrasto, prevenzione e repressione dello spaccio di droga. Proprio mentre la legittima difesa diventa legge. Basta leggi buoniste e coccole per i delinquenti: vogliamo case e città sicure! Grazie a Matteo Salvini l’Italia può tornare a essere il Paese più bello del mondo!” dice il sindaco cerianese Dante Cattaneo.

(foto: il sindaco Cattaneo con la polizia locale e il cane antidroga)

03042019

11 Commenti

  1. Pensate veramente anche solo di dar fastidio a chi ha in mano questa piazza di spaccio che “fattura” milioni di euro all’anno usando un drone, un cane e quattro Vigili su una panda…?
    Avete perso la guerra ancora prima di iniziarla.
    Avete idea di come si gestisce e comanda una piazza di spaccio?
    Violenza, intimidazioni e omicidi. Ecco così si fa.
    Non credo che facciate paura a nessuno, nonostante il vostro commovente impegno.

  2. Ma prevenzione de che?
    Non avete nemmeno aderito a un progetto regionale sulla prevenzione.
    Meno foto e più progetti concreti

  3. La sicurezza prima di tutto a parole. O se preferite sicurezza alla nutella.
    Spaccio stazione
    Telos, rave party, affissioni…
    Piattaforma ecologica, con annessi abusivi

  4. Regione e FdO datevi da fare sul serio, qui si legge spesso di micro spaccio, ma il dramma altro.

    sistema Corsico: “Mafiosi e trafficanti di droga al lavoro negli appalti pubblici, dai rifiuti alle mense”
    Da il Fatto di oggi 6/04

Comments are closed.