Home ilSaronnese Ceriano Laghetto La Madona de marz 2019: bilancio straordinario per l’evento fra Ceriano e...

La Madona de marz 2019: bilancio straordinario per l’evento fra Ceriano e Cogliate

192
0

CERIANO LAGHETTO – Quella che si è da poco conclusa è certamente una delle edizioni meglio riuscite e più partecipate della storica festa della “Madona de marz” in frazione San Damiano. Migliaia di persone hanno affollato l’area attorno al meraviglioso santuario della Beata Vergine di San Damiano, dove un affiatato gruppo di volontari ha allestito tanti appuntamenti. Mai come quest’anno la festa ha potuto contare su una grande collaborazione tra più gruppi e associazioni di volontari e tra i due comuni confinanti di Cogliate e Ceriano Laghetto, che condividono una parte della frazione. Per la prima volta due squadre rappresentanti dei due Comuni e formate da bambini e adulti si sono sfidate ai “Giochi di altri tempi”, tra corsa coi sacchi, tiro alla fune, morso della mela, che hanno coinvolto e divertito molti presenti, riaccendendo un po’ di sana rivalità e di spirito campanilistico.

La vittoria di questa prima edizione è andata alla squadra di Ceriano, che potrà così custodire ed esporre per un anno in Municipio il quadro di Dario Prada con la riproduzione di una parte di affresco della chiesetta. “Dobbiamo ringraziare tutti quelli che hanno collaborato, un ringraziamento speciale ai Comuni di Cogliate e Ceriano Laghetto e a tutte le associazioni coinvolte. E’ stato uno sforzo immenso da parte di tutti i volontari, ma il risultato è stato davvero grande” commenta Davide Basilico, referente del comitato Madona de Marz.

Anche il sindaco di Cogliate, Andrea Basilico, si è complimentato con gli organizzatori per l’ottima riuscita della manifestazione, così come il sindaco di Ceriano Laghetto, Dante Cattaneo, presente insieme al collega per buona parte degli eventi, ha voluto esprimere soddisfazione e congratulazioni a tutti quelli che per mesi hanno lavorato alla realizzazione dell’evento. “Quella di San Damiano è una comunità molto legata, operosa e vivace e la festa della Madona de Marz né è la migliore dimostrazione, con la sua capacità di tenere vive le tradizioni locali, aggiungendo però ogni anno qualcosa di nuovo e di bello per tutti”.

04042019