SARONNO – Il verdetto rinviato faticosamente nelle scorse domeniche è adesso arrivato e non ammette appello: oggi perdendo in casa il derby con l’Uboldese il Fbc Saronno ha messo anche la ciliegina sull’ennesima disastrosa stagione ed è matematicamente retrocesso. Quel gruppo di volenterosi ragazzi pescati quasi tutti nelle categorie inferiori, spesso mandati allo sbaraglio nel girone di ritorno e che ieri indossavano maglie con numeri alla rinfusa, perchè non c’è neppure una muta completa dall’1 al 11, hanno fatto di tutto per rinviare ancora la sentenza: era necessario vincere, sono rimasti a lungo in partita, hanno rimontato sinchè ci sono riusciti ma alla fine hanno dovuto ammainare bandiera bianca contro una Uboldese che non era in vena di fare sconti, troppo importanti i tre punti per evitare il rischio dei playout.

Sugli scudi ancora il portierone saronnese Nucera, che ha ceduto solo al 29′ sulla fortunosa deviazione in mischia di De Milato. Ma prima del riposo Rossi ha tolto dal cilindro un rasoterra da fuori area che ha rimesso le sorti della gara in parità. Nella ripresa ancora per l’Uboldese le migliori occasioni, ed il bellissimo gol di Maiorano a coronare una travolgente azione personale. Saronno però ancora vivo: il pari di Patea, in mischia. Ma subito dopo, azione uguale ma sull’altro fronte, ancora avanti l’Uboldese che ha definitivamente preso il largo nel finale, dopo essersi vista anche annullare un gol di Tartaglione. Su ilSaronno la consueta cronaca play by play e l’intervista all’allenatore uboldese Alberto Maestroni.

Fbc Saronno-Uboldese 2-4
FBC SARONNO: Nucera, Puzziferri, Confuorto (41’ st Bonfrate), Patea, Stevanin, Morandi (25’ st Spitaleri), Busnelli, Bocellari, Carluccio, Rossi, Strano. A disposizione Comi, Szekely, Balconi, Coltraro, Legnani. All. Imburgia.
UBOLDESE: Menegon, Maggioni, Valenzano, Colombo, Razzari (25’ st Muzzupappa), Bertucci, Maiorano, Martucci, Di Vito (25’ st Soldi), De Milato (41’ st Petruzzellis), Tartaglione. A disposizione Giglio, Porchera, Corrado, Galli, De Carlo, Morelli.
Arbitro: Martinelli di Ostia (Brunetti di Milano e Galigani di Sondrio).
Marcatori: 29’ pt De Milato (U), 42’ pt Rossi (S), 24’ st Maiorano (U), 34’ st Patea (S), 37’ st De Milato (U), 47’ st Petruzzellis (U).

(foto: alcune fasi del match)

14042019

11 Commenti

  1. Ingloriosa epilogo di una retrocessione già segnata dalle beghe dirigenziali.
    Grazie ragazzi.

  2. Speriamo che finalmente qualcuno si accorga che non c’è solo il calcio a Saronno…

    • Il fatto è che a Saronno non è che esiste solo il calcio, a Saronno per qualsiasi sport, non ci sono soldi.

  3. Voglio sperare che l’amministrazione comunale si guardi bene dal ripianare i debiti di questa cosa chiamata società di calcio. Magari facendoli gravare sui cittadini con aumenti su una qualsiasi tassa comunale.

  4. Il calcio a Saronno non esiste Sig. Anonimo lo dice Lei, se ha un pochino di tempo dal sabato mattina almeno fino a domenica tardo pomeriggio passi sui campi robur o ancor di più amor a vedere quanti ragazzi sono impegnati in un gioco di squadra con allenamenti infrasettimanali, e con o senza risultati eccellenti hanno alle spalle degli educatori spesso o quasi sempre senza retribuzione. Caro mio il calcio non è solo eccellenza o prima categoria,
    il calcio è anche far crescere i nostri giovani in ambienti sani. e lontano dalla delinquenza che ci circonda. un GRANGE GRAZIE a chi dedica il proprio tempo x i ragazzi saronnesi e non.

Comments are closed.