Home Città Festa della birra silenziata, Strano: “C’è chi vuole la città viva e...

Festa della birra silenziata, Strano: “C’è chi vuole la città viva e chi rovina la festa con le lamentele”

697
10

SARONNO – “Mi complimento con gli organizzatori per la sensibilità dimostrata sabato sera in occasione del concerto svoltosi al Festival della birra artigianale”.

Inizia così la nota firmata dall’assessore al Commercio Paolo Strano in merito alle polemiche scatenate dalla chiusura anticipata dalle festa della birra sabato sera dopo le segnalazioni di alcuni residenti per il rumore.

“La polizia locale, a seguito delle diverse lamentate ricevute da alcuni residenti, si recava in Villa Gianetti, luogo dell’evento, per chiedere agli organizzatori di abbassare leggermente il volume della musica, così che si potesse continuare la festa senza recare particolari disagi agli altri cittadini. Gli organizzatori a quel punto, per non creare problemi alla cittadinanza, decidevano autonomamente di sospendere anticipatamente la festa pur avendo tutti i regolari permessi: un gesto non dovuto e che ho molto apprezzato”.

“Il mio plauso – ha detto ancora l’assessore – va anche per l’ottima organizzazione e la qualità dei prodotti presentati. Tanti saronnesi soddisfatti hanno partecipato con piacere nonostante il maltempo abbia condizionato non poco l’afflusso. Ero presente anche sabato sera, insieme ad alcuni amici,  e posso confermare l’apprezzamento dei presenti”.

“Detto questo – conclude l’esponente della Giunta – spiace constatare che se da un lato, giustamente, si chiede la possibilità di avere una città viva e non un ‘dormitorio’, dall’altro, come accaduto sabato, c’è sempre qualcuno che deve rovinare la ‘festa’ con lamentele”.

17042019

10 Commenti

  1. E c’è anche chi sta facendo tornate Saronno un piccolo paesello di provincia con la politica dei divieti e delle decisioni senza senso…..

    • Saronno è da sempre un paese di provincia con pregi e difetti….pur avendo cambiato mille amministrazioni da sinistra a destra non c’è stata evoluzione!
      Molto probabilmente il problema sono proprio i saronnesi!

  2. ……
    For Brutus is an honourable men,
    So are they all honourable man
    Giulio Cesare, atto III, scena II

  3. Il problema di fondo è solo quello che “chi rovina la festa” sarà un “potenziale elettore” alle prossime comunali, …. quindi a buon intenditore di birra, poche parole.!

  4. I vigili si sono recati a “disturbare” la festa 😁 gia alle 21.30! Ottimo 😂
    Magari prossimamente organizzate una festa dei paramenti funebri…. sicuramente piu” a misura di certi saronnesi e di questa amministrazione 😂

  5. Quindi strano è contro lui stesso e il Sindaco,essendo stati loro palesemente a non dare ordine di tollerare e cestinare le eventuali lamentele?

  6. Ma perché i vigili non chiedono anche ai telis di abbassare il volume durante le loro serate? Questi rompono le scatole a tutti e nessuno li disturba

  7. 13 o 14 furgoncini che spillavano birra, MAH !! poche decine dei avventori, sarebbe questa la festa della birra di Saronno? provate a uscire di casa e andate a Misinto, forse imparate qualche cosa

  8. Veronesi in questi giorni scrive che vorrebbe un’ area feste esterna e che villa Gianetti non va bene per fare concerti.
    Io sinceramente mi chiedo se riesce a capire, cosa si intende per noi, quando diciamo che vogliamo una Saronno più viva. Forse per lui è davvero troppo?
    Credo che tra voi due chiacchiere ve le dovreste fare…
    Ovviamente nessuno pensa di far svolgere un concerto di un cantante lì in Villa, ma penso anche che è in Saronno che devono aumentare gli sforzi per organizzare manifestazioni, come quella della birra.
    E’ Saronno, nelle sue vie e piazze che si deve ricominciare a vivere di più, anche la sera. ( che tra l’ altro renderebbe anche la città più sicura)
    Questo sarebbe a tutto vantaggio di un vivere meglio, in una città ci si diverte anche, non ci si dorme solo.
    La musica è solo un contorno eventuale alla manifestazione. E non è detto che deve essere chiassosa. Ci potrebbero essere eventi in cui si suona musica classica o jazz.
    Questo penso che porterebbe grandi vantaggi anche al commercio, e non solo a noi Saronnesi

  9. Forse l’ex assessore Banfi e l’attuale Strano nn adatti a ricoprire questo ruolo. A Saronno si vedono solo mercatini (con prezzi alti) sfilate di auto (nauseanti) sfilata di moda in un bilocale. Poi se teniamo conto del folclore del Duc nei giovedì estivi… Penso che dovrebbero dimettersi tutti.

Comments are closed.