Home Città Consiglio comunale: il Bilancio… in diretta

Consiglio comunale: il Bilancio… in diretta

421
10

SARONNO – Consiglio comunale in corso oggi in Sala Vanelli con diretta su Fm88 di Radiorizzonti.

Ecco la diretta de ilSaronno

Qui l’ordine del giorno del consiglio dopo la seduta aperta ai cittadini

1.Approvazione verbali precedenti sedute consiliari.
2. Comunicazione di deliberazione adottata dalla Giunta Comunale.
3. Approvazione Rendiconto relativo alla gestione dell’ esercizio 2018 e del rendiconto consolidato esercizio 2018 Comune di Saronno e Istituzione Comunale Mons. P.Zerbi.
4. Mozione presentata dal gruppo Lega Nord Lega Lombarda per l’Indipendenza della Padania per condanna degli atti terroristici contro il Municipio ed i beni comunali, le scritte ingiuriose e i danneggiamenti alle proprietà private, agli atti di marchiatura e classificazione.
5. Mozione presentata dal consigliere Indipendente Francesco Banfi per richiedere la compensazione ambientale per via Roma.

10 Commenti

  1. “Amministrazione che dimostra di voler bene ai saronnesi e di non aver paura del cambiamento”
    Arriva 2020
    Tranquilli i cittadini aspettano il cambiamento!
    Capolinea

  2. Beh dai le multe che passano in un anno…
    da un 1,6 milioni a 2,4 è qualcosa di bellissimo.
    Della serie spremete i cittadini a morte.
    La Polizia urbana x la ns. sicurezza 😂😂😂😂
    si e” fatta venire i calli alle mani a furia di farci multe 👎

    • Tra l’altro le multe fatte agli ambulanti abusivi extracomunitari non sono facili da riscuotere e sono potenziali futuri buchi di bilancio, spero che tengano del margine di sicurezza nel bilancio…

      • si per legge c’e’ un fondo obbligatorio.
        Ma se non sai gestire il recupero dei tuoi crediti (tutti) quel fondo aumenta vertiginosamente, ci devi via via versare soldi, e ti ritrovi con 2 o 3 milioni di euro bloccati che non puoi utilizzare la Citt’round i Saronnesi in povertà, persone fragili ecc.
        Spiega bene l’ intervento di Gilardoni

  3. Borghi “c’è del rancore nel 2018” ??????

    si dell’ amministrazione vs. i Cittadini
    Se i cittadini appena dissentono, propongono altro, o cercano un minimo di dialogo, si scatena il livore dell’ amministrazione vs. di loro. Basta leggersi i famosi comunicati a proclama delle varie persone della ns. amministrazione.

  4. In sintesi quello che proprio non mi piace di come ha gestito questa amministrazione:
    ” 3 milioni di euro di cancellazioni di residui passivi e attivi” spreco!
    “punto di vista economico c’è un avanzo disponibile di 700 mila euro non capita tutti gli anni ” non sanno neanche come spendere tutti i soldi a favore dei cittadini.
    ” Sono stati prese 1,1 milioni di euro per area feste…
    quanto ci vorrà per rientrare?” tocca prevedere 20 anni di rave e bagordi vari 😂 Ma di eventi in citta non se ne fanno e restiamo un mezzo dormitorio.
    ” nel 2018 riscossione del 38% di multe ecc” beh caro saronnese se anche tu come me hai prontamente pagato una sanzione… siamo 2 poveri fessacchiotti 😂
    Poi ci sono i soliti 150.000 euro spesi x l” autoreferenzialita” dell” amministrazione nezzo stampa. Si paga per farsi conoscere e i 35.000 euro x la 3 valli perche” Saronno crede nello sport, ma non da un euro a chi lo sport in citta” lo promuove e lo pratica.
    Un quartiere, il Matteotti, lasciato allo sbando, anzi nella sostanza privato del poco che aveva.

    Per decenza salto la sicurezza….
    .

  5. Questa amministrazione è palesemente cieca in quanto è convinta di aver operato bene ma nella realtà di ogni giorno boccheggia e annaspa mimetizzando ad arte la propria incapacità. L’avanzo per un’amministrazione pubblica è sinonimo di incapacità perché tecnicamente dimostra che ad una programmazione preventivata e approvata non è stato realizzato il corrispondente progetto a beneficio dei cittadini.

    • In effetti visto che il bilancio Comunale non dove prevedere dividendi per i soci, ma solo spese per i cittadini, la risposta è Si. Poca visione.
      Per non parlare solo di opere, strade ecc. pensiamo sono a quante famiglie in condizione di fragilità che meriterebbero un incremento degli aiuti, o l’ allargamento della platea. Le persone non autosufficienti o gli anziani senza figli che si possono occupare di loro.
      Non dico spendere tutto in questo, ma se sostanzialmente non sai come spendere 700.000 euro, fai una mozione e stabilisci un modo per riversare almeno una parte di quei soldi in welfare.
      Magari il motto “prima chi ha tanto bisogno” lo condividerei.

Comments are closed.