Home Cronaca Pedone investito in viale Lombardia: portato in elisoccorso all’ospedale di Monza

Pedone investito in viale Lombardia: portato in elisoccorso all’ospedale di Monza

1024
2

SARONNO – Stava camminando lungo viale Lombardia quando è stato investito da un’auto che procedeva nella sua stessa direzione. Non ha mai perso i sensi ma ha riportato gravi lesioni al piede ed è stato portato in elisoccorso all’ospedale San Gerardo di Monza.

E’ successo ieri pomeriggio intorno alle 16 quando un 32enne di Abbadia Lariana, in città per motivi di lavoro, stava percorrendo viale Lombardia a piedi in direzione di Solaro. Poco prima del cavalcavia è stato colpito da un’Opel Mokka. Il conducente, un 42enne residente a Saronno, ha detto di aver perso il controllo del veicolo per l’istante in cui ha colpito il pedone. Il saronnese si è subito fermato e ha messo in modo la macchina dei soccorsi. La centrale operativa Areu ha invitato sul posto un’ambulanza della Croce Azzurra di Caronno Pertusella e l’elisoccorso. Il mezzo è ripartito dopo quasi un’ora e mezza il tempo che il personale medico stabilizzasse le condizioni del lecchese.

Sul posto anche una pattuglia della polizia locale. I vigili di Saronno si sono assicurati che le operazioni di soccorso avvenissero in sicurezza, si sono occupati di deviare la circolazione ed ovviamente hanno provveduto ad effettuare tutti i rilievi del caso, raccogliendo anche la testimonianza del conducente, per ricostruire la dinamica dell’incidente e quindi le responsabilità.

(foto d’archivio)

21042019

2 Commenti

  1. Responsabilità??
    Io punterei il dito contro quelle istituzioni che da anni col sorgere delle varie concessionarie non hanno mai provveduto a investire nella sicurezza pensando ai pedoni, che, magari semplicemente lasciando l’auto per un tagliando o una riparazione, sono costretti a camminare su una provinciale con auto che ti sfrecciano anche a 100 km orari a pochi centimetri.
    Se un abitante di Cascina Colombara vuole andare al Decathlon a piedi deve rischiare la pelle?
    Perchè quando avevano fatto la rotonda e i vari lavori non è stato pensato di fare un camminamento protetto oltre i guardrail con una passatoia di ferro sopra la ferrovia?

Comments are closed.