Home Città 25 aprile diviso: trecento saronnesi in corteo con Anpi in diretta

25 aprile diviso: trecento saronnesi in corteo con Anpi in diretta

1289
14

SARONNO – Anche quest’anno il 25 aprile, la festa della Liberazione sarà all’insegna della divisione con una cerimonia dell’Amministrazione seguita dalla messa e quindi con il corteo dell’Anpi a cui il Comune ha già annunciato che non parteciperà.

Ecco la diretta de ilSaronno di Sara Giudici

A Saronno il 25 aprile si presenta ancora diviso. Il programma predisposto dall’Amministrazione partirà alle 8,45 con le onoranze ai monumenti a Salvo D’Acquisto e ai Caduti Saronnesi seguito alle 9.30 dall’alzabandiera in piazza Libertà con i discorsi commemorativi e, tempo permettendo, i sorvoli di ultraleggeri con fumata tricolore. Al termine della messa alle 11 partirà il corteo organizzato di Anpi, senza il patrocinio del Comune, che si concluderà in piazza Caduti Saronnesi con l’orazione commemorativa di Giacomo D’Agnolo presidente dell’istituto Pedagogico della Resistenza. In piazza sarà presente anche il comitato antifascista saronnese che ha dato appuntamento a cittadini e simpatizzanti alle 9,30 in piazza Libertà da dove dovrebbe partire un corteo.

14 Commenti

    • Evidentemente non eri alla manifestazione, e hai deciso di compensare con parole in liberta”, buona dose di fantasia inutilmente polemica.

  1. Cosa centra foto con i migranti….
    Il 25 Aprile è la liberazione dell’Italia non è una manifestazione politica!
    Basta politica!
    Oggi l’unica bandiera è il tricolore!

  2. Oggi piu’che mai, basta la Sinistra, solo solite parole. I partigiani hanno fatto il loro dovere, oggi ci vogliono decisioni forti per salvare i giovani!!

    • Infatti per salvare i giovani gli date la carità anziché un lavoro. …e li fate stare sul divano.

    • Si salvali tu i ns. giovani… aspettiamo fiduciosi da 12 mesi. Ma l’ economia fa più schifo di prima. E quel pò di supporto alle aziende per investire stato pure eliminato.

  3. Da quello che scrivi di 25 Aprile ne sai quanto io di come si pilota lo Star Trek 😂😂😂😂

  4. La pochezza del tuo connento te la spiega questo signore:
    Il sindaco leghista di Montebelluna:
    “Canterò Bella Ciao, è un simbolo della nostra storia”
    “E’ un errore ridurre il 25 Aprile a una festa della Sinistra… I valori della democrazia sono stati conquistati attraverso la sofferenza, è nostro compito onorarli”

  5. I confini della patria oggi valgono meno di uno sputo.
    Spiegatemi di che liberazione parlate, grazie

  6. Il 25 aprile festa della liberazione dal nazifascismo. Voglio ricordare: uno, che l’Italia fascista di Mussolini nella sua follia dichiarò guerra praticamente a tutti i paesi europei compresa la Russia con l’aggiunta in più degli Stati Unti (esclusa la Germania ovviamente). Il popolo italiano era fascista al novanta percento e lo sarebbe restato se la guerra l’avessimo vinta; due, Il 25 aprile commemoriamo con cerimonie i caduti per la liberazione, perché non si fa altrettanto ma con maggiore solennità per i caduti anglo americani e di altre nazioni che sono caduti per la nostra liberazione?. Allora è vero che questa data viene solennizzata non tanto perché sentita nella sua vera essenza ma è soprattutto perché se ne appropriò la sinistra. Tre, a distanza di tanti anni sarebbe tempo perciò di sfrondare il 25 aprile della retorica politica e ci si limitasse a ricordare la fine di una guerra odiosa e dei tanti morti che ha causato, compreso mio padre sepolto al cimitero dei caduti d’oltremare di Bari che mi lasciò orfano a sei anni.

    • Per avere una risposta a tutte le tue domande, forse un p inutilmente polemiche, bastava Wikipedia:
      È un giorno fondamentale per la storia d’Italia e assume un particolare significato politico e militare, in quanto simbolo della vittoriosa lotta di resistenza militare e politica attuata dalle forze armate alleate, dall’Esercito Cobelligerante Italiano ed anche dalle forze partigiane durante la seconda guerra mondiale a partire dall’8 settembre 1943 contro il governo fascista della Repubblica Sociale Italiana e l’occupazione nazista.

      Tra l’ altro la festa èè stata fortemente voluta da De Gasperi…. sai di che partito era?

      Chi cerca di colorare di solo rosso il 25 Aprile, cercando di criticarlo o sminuirlo… o non sa o è in mala fede.

      • Lei è proprio un professorone come già detto da altri lei è un tuttologo ma purtroppo non è riuscito a smontare le sacrosante verità scritte dal signore sopra di Lei!
        Purtroppo la sinistra ha acquistato il diritto di usare il 25 aprile contro il nemico politico di turno!

Comments are closed.