Home Città Grazie a Miglino, anche a Saronno, “l’intervista impossibile” a Leonardo da Vinci

Grazie a Miglino, anche a Saronno, “l’intervista impossibile” a Leonardo da Vinci

179
0

SARONNO – Cresce il programma degli eventi dedicato ai 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci. Grazie all’impegno dell’assessorato alla Cultura, guidato dall’assessora Maria Assunta Miglino, “Essere Leonardo da Vinci – un’intervista impossibile” farà tappa da Saronno. Si tratta di un film evento che sarà proiettato in contemporanea in tutte le sale italiane giovedì 2 maggio in occasione del 500esimo anniversario della morte di Leonardo Da Vinci. A Saronno sarà possibile vederlo al Cinema Prealpi (proiezione unica alle 21 con ingresso libero) grazie iniziativa dell’Assessorato alla Cultura che ha voluto offrire alla città questo importante evento.

E’ un film di Massimiliano Finazzer Flory, realizzato in collaborazione con Rai Cinema, con il patrocinio del Comitato Nazionale per le celebrazioni dei 500 anni dalla morte di Leonardo. La sceneggiatura è a cura di Massimiliano Finazzer Flory su testi originali di Leonardo da Vinci e l’attore ne è anche regista e protagonista.

Girato tra Stati Uniti, Francia e Italia, il film tiene insieme l’originalità linguistica attraverso il linguaggio del Rinascimento e la qualità tecnologica del nostro tempo.

Un film unico nel suo genere, dove set e opere d’arte sono tutti autentici, dalla casa natale di Leonardo, a Vinci, fino allo Château Royal d’Amboise e la dimora dove Leonardo è scomparso a Clos-Lucé e ancora a Vigevano le Scuderie, le Sotterranee, la Strada coperta, il Castello. A Milano: San Sepolcro, la Veneranda Biblioteca Ambrosiana, gli ‘Orti di Leonardo’, la Sacrestia del Bramante, il Castello Sforzesco, la Sala delle Asse, l’Archivio di Stato che conserva l’unico l’autografo di Leonardo esistente al mondo. Infine le cascate dell’Acquafraggia studiate dal genio. E naturalmente Firenze, con la Basilica di Santa Maria Novella e l’Officina Profumo Farmaceutica di Santa Maria Novella, per mettere in scena il Leonardo botanico.

(foto: la locandina dell’evento)

25042019