GALLARATE – Grande amarezza per la Projuventute che malgrado la cavalcata in finale di campionato vede sfumare, con il pareggio di oggi, il sogno del passaggio di categoria. Un vero peccato soprattutto per i tantissimi tifosi che hanno seguito la squadra in trasferta garantendo un tifo, dal primo all’ultimo minuto, con cori, bandiere e striscioni.

Il risultato del match, un pareggio, garantisce il passaggio della società più avanti in classifica ossia che la Crennese che per questo giocava in casa.

Nel primo tempo reti inviolate e poca emozione. E’ successo tutto nel secondo tempo. Subito dopo il fischio d’inizio lancio lungo, seguito da un tiro cross di Turri che ha superato Cassiere e ha portato in vantaggio i padroni di casa. La Projuve ci crede e ci prova. Il pareggio arriva al 29′ con il gol di Ceriano servito un punizione da Geron. Malgrado l’impegno però il gol della vittoria non arriva.

“Spiace uscire dai playoff con un pareggio – il commento a caldo di mister Luca Colombo – ma oggi non abbiamo nulla da rimproverarci, abbiamo fatto fatto il massimo, una partita così può solo farci crescere come gruppo”. Ma non solo. A chiudere la stagione c’è “il ringraziamento dalla società a tutti i tifosi, oltre centocinquanta persone, che hanno seguito con passione ed entusiasmo quest’ultima sfida”.

Crennese – Projuventute 1-1
CRENNESE Salati, Spitaleri, Manca, Omodei, Di Stefano (30′ pt Peroni), Saporiti, Turri, Bellin, Apone (20′ st Marchioro), Ferrario (39′ st Callegarin), Tamborini (24′ st Antonino). A disposizione: Cardi, Elmazzi, Sartorato, Martignoni, Gramuglia All. Mona
PROJUVENTUTE Cassiere, Panaia (38′ st Coppola), Lonetto (34′ st Seiti), Venegoni, Ceriani, Conchet, Lauria (20′ st Quici), Ossoli, Colombo, Ferrario (18′ st Meloni), Geron. A disposizione: Caruana, Bergomi, Dal Zovo, Cattaneo, Frasson. All. Colombo
Marcatori: st 1′ Turri (C); 29′ Ceriani (P)

(foto arhcivio)