MANTOVA – E’ finita subito e con una pesante sconfitta l’avventura della Caronnese nei playoff di serie D: il quinto posto di regular season aveva “costretto” i rossoblù all’abbinamento con la seconda classificata, la “carozzata” Mantova. Domenica pomeriggio in trasferta la Caronnese è stata battuta 4-0, sempre controllando la situazione ed anzi sbagliando forse anche oltre i lecito, altrimenti i varesotti avrebbero subito una sconfitta di proporzioni ancora maggiori. E d’altra parte, la Caronnese si è trovata di fronte ad un Mantova che, oltre ad una rosa di tutto rispetto, aveva dalla sua anche la “rabbia” per essersi lasciato sfuggire il primo posto, e tutta la voglia possibile di raggiungere comunque il professionismo passano dai playoff.

La cronaca – Mantova immediatamente arrembante, ma per il motivo o per l’altro l’attesa del primo gol si rivela lunga. Solo al 15′ della ripresa Manzo in mischia sblocca la situazione, a seguire doppietta di Altinier (prima con un diagonale e poi su una ribattuta del portiere ospite) e infine gol di Ekuban (lanciato da Altinier), per il 4-0 conclusivo. La Caronnese va dunque in vacanza mentre il Mantova, ancora in casa, al secondo turno di playoff trova la Pro Sesto, vincitrice 4-2 sul Rezzato.

Mantova-Caronnese 4-0
MANTOVA: Borghetto, Galazzini (26′ st Ekuban), Aldrovandi, Manzo, Silvestro, Cherubin (43′ st Lazzarin), Cecchi (33′ st Cuffa), Giacinti, Ferri Marini (26′ st Bertozzini), Ferrari (20′ st Altinier), Scotto. A disposizione Brazinskas, Alma, Tosi, Varano. All. Morgia.
CARONNESE: Barlocco, Roveda (20′ st Villanova), Baldo (36′ st Perotti), Di Munno, Braccioli, Pavan, Rinaldi, Gattoni, Pittarello, Corno (34′ st Spampatti), Piraccini (36′ st Barbera). A disposizione Beretta, Manti, Mandracchia, Albu, Ciceri. All. Mazzoleni.
Arbitro: Simone Taricone di Perugia (Camillo di Salerno e Cesarano di Castellammare).
Marcatori: 15′ st Manzo (M), 34′ st e 46′ st Altinier (M), 54′ st Ekuban (M).

12052019

1 commento

  1. Come da copione gi’rounddeciso. Dalle nostre parti il calcio sar’round sempre dilettantistico ai massimi livelli. Se molla Reina, addio anche alla Caronnese. Troppi soldi per non arrivare mai a nulla, o meglio ci vuole uno stadio per fare il professionismo.

Comments are closed.