Violenze a Saronno Sud, le minacce della fidanzata dell’aggressore alle vittime: “Ti faccio sparire”

826
0

SARONNO – GERENZANO – Violenza privata è l’accusa mossa nelle ultime ore alla 22enne residente a Turate coinvolta nei primi due episodi di violenza messi a segno nel 2016 dal 23enne di origine pugliese ma residente prima in Veneto poi nella zona delle Groane arrestato nel dicembre scorso per una terza violenza ai danni di una 16enne alla stazione di Saronno sud.

Il coinvolgimento della 22enne è emerso nella seconda parte delle indagini, dopo l’arresto del dicembre scorso del ragazzo, che ha permesso ai carabinieri di scoprire altri due episodi di violenza a carico di una 24enne nel parco del Fontanile a Gerenzano e di una 21enne in un magazzino a Saronno sud.

La fidanzata era diventata l’incubo delle vittime delle aggressioni del suo ragazzo. Con telefonate, minacce e messaggi sui social era arrivata a vessare la prima vittima al punto da spingerla a lasciare Gerenzano e trasferirsi in Veneto. Diversi i messaggi privati, inviati su Instagram, recuperati dagli inquirenti che dimostrano i toni delle sue minacce “ti conviene stare zitta perchè ti faccio sparire”. La seconda vittima aveva un tale terrore della 22enne che persino l’aggressore nel minacciarla durante la violenza aveva parlato di un possibile coinvolgimento della sua fidanzata. Di questa vicenda si era occupata anche la trasmissione di Raitre “Chi l’ha visto”.

(foto: alcune immagini riprese dalla videosorveglianza dell’ultima violenza nel settembre scorso)

16052019